Pillole di Bellezza: Acido Glicolico AHA usi e benefici
Pillole di Bellezza: Acido Glicolico AHA usi e benefici

Pillole di Bellezza: Acido Glicolico AHA usi e benefici

Inizia con l'acido glicolico la nostra rubrica sugli acidi di bellezza. Facciamo chiarezza tra tutti questi ingredienti super famosi ma difficili da capire. AHA e BHA quali sono le differenze?

AHA Acid

L’acido glicolico fa parte degli acidi denominati AHA ed è un derivato della frutta, perfetto per rinnovare la pelle, rendendola luminosa e compatta. Molto famoso per le sue proprietà benefiche può essere utilizzato quasi ogni tipo di pelle, fatta eccezione per quella molto sensibile. Ingrediente scelto per tonici e sieri ha rubato il cuore di tutte le appassionate di skin-care routine, ma in molte sbagliano l’applicazione.

Che cos’è l’acido glicolico?

Come dicevamo, l’acido glicolico è un acido della frutta, di derivazione naturale ricavato dalla zucchero di canna. Fa parte degli alfaidrossiacidi (AHA), che includono anche acido malico, acido lattico e acido citrico – di cui parleremo più avanti.

L’acido glicolico, applicato sulla cute, scioglie i legami tra le cellule dello strato corneo, cioè il primo strato dell’epidermide, causando la rottura dei desmosomi intercellulari ed una modificazione dei legami ionici e svolge un’azione a livello del derma, dove stimola la neosintesi delle fibre collagene ed elastiche. Agisce sullo strato superficiale dell’epidermide, rimuovendo con facilità, cellule morte e impurità, favorendo così il rinnovamento cellulare. L’effetto peeling che rilascia sulla cute è particolarmente indicato anche per contrastare prime rughe, macchie, cicatrici dell’acne e imperfezioni; inoltre svolge un’azione sebo regolatrice.

Tutto quello che c’è da sapere sull’acido ialuronico

Benefici e accortezze sull’acido glicolico

Bisogna però affermare che, trattandosi di un acido la sua azione può risultare molto aggressiva, per questo motivo è sempre bene farsi consigliare da un dermatologo prima di iniziare ad utilizzare questo tipo di trattamento. Anche per quanto riguarda la percentuale di PH in esso contenuto è bene fare le dovute considerazioni. Il PH naturale di questo attivo è infatti generalmente di 1, dunque molto aggressivo per la pelle dal PH 5.5. Per questo motivo è bene orientarsi su formulazioni in soluzione tamponata dal PH 3 e percentuali contenute di acido glicolico in modo da ottenere buoni risultati in tutta sicurezza.

Peeling mask
Guudcure

Peeling mask

29

Maschera esfoliante anti-inquinamento.

Aggiungi

Come si usa l’acido glicolico?

Generalmente proposto al 5% o 10%, l’acido glicolico è un ingrediente “magico” in tonici viso, creme, maschere e trattamenti notturni. L’effetto che si ottiene è quello di una pelle visibilmente più giovane, liscia, luminosa e priva di imperfezioni. Infine, la sensazione che si può avvertire durante l’applicazione è di un leggero pizzicorio al viso, tale sensazione svanisce dopo pochi secondi. Quando le formulazioni sono basse lo si può anche utilizzare quotidianamente, a patto che non venga applicato senza ottimo fattore di protezione solare. Questo prodotto tende a rendere la pelle maggiormente sensibile, per questo motivo è consigliato il suo utilizzo durante la skin-care serale.

Non ci sono particolari controindicazioni nel suo utilizzo, l’unica accortezza è quella di eseguire prima di iniziare il trattamento una buona anamnesi della pelle poiché in alcuni casi potrebbe andare ad criticizzare delle situazioni già delicate come ad esempio per coloro che hanno patologie dermatologiche ed in particolare in quelle affezioni in cui è presente un alterato processo di cheratinizzazione.

acido glicolico

Fonti:
benessere.com
grazia.it

Abbonati subito ad Abiby!
Per te subito 10€ di sconto Ottieni la chiave
Abiby Beautybox