Macchie scure della pelle: cosa sono e rimedi
Macchie scure della pelle: cosa sono e rimedi

Macchie scure della pelle: cosa sono e rimedi

Le macchie scure sulla pelle sono inestetismi dovuti il più delle volte ad un'eccessiva esposizione al sole o all'invecchiamento cutaneo. Esistono diverse tipologie di discromie, ma quelle a cui in genere ci si riferisce quando si parla di macchie scure sono le lentigo solari e il melasma.

Macchie scure sulla pelle: cosa sono

Le macchie scure sulla pelle si presentano come un’alterazione del normale colorito cutaneo con piccole chiazze scure di un colore che va dal marrone al nero. Per questa caratteristica sono anche definite discromie. Sono date da un’eccessiva produzione di melanina, il pigmento che dona colore a pelle e capelli, a livello di particolari cellule dette melanociti. Possono essere determinate da diversi fattori. Ecco le principali macchie scure della pelle cause.

macchie-scure-pelle

Invecchiamento cutaneo:

Con il passare degli anni, in alcune aree della pelle, i melanociti diventano più sensibili, aumentando la produzione di melanina, che si accumula a chiazze, formando così macchie scure sulla pelle del viso, delle mani e del décolleté, spesso raggruppate, che prendono il nome di lentigo senili. Tendono ad accentuarsi con l’esposizione al sole, soprattutto se prolungata, che a lungo andare favorisce l’ispessimento della pelle, l’ossidazione della cheratina e l’invecchiamento cutaneo.

Radiazioni solari o artificiali:

L’esposizione prolungata e senza protezione ai raggi UV o alle lampade abbronzanti, stimola la produzione di melanina, provoca la formazione di piccole macchie di forma tondeggiante, ben definite e di colore bruno, sulle zone esposte alle radiazioni, come viso, dorso delle mani, braccia e décolleté. Queste macchioline, definite lentigo solari, possono comparire anche in giovante età, soprattutto se c’è una predisposizione genetica, e hanno una predilezione per chi ha la pelle chiara (fototipo I e II).  Se non esposte al sole, regrediscono nel tempo. L’esposizione graduale ai raggi solari in soggetti geneticamente predisposti porta alla formazione di efelidi, macchiette brune di forma ovale o rotonda che compaiono nelle zone esposte alla luce. Le lentiggini, invece, compaiono anche in aree non fotoesposte.

Malattie:

A volte, le discromie cutanee sono dovute a malattie della pelle (couperose, vitiligine, pitiriasi, ecc.) oppure sono l’allarme di alcune malattie autoimmuni, di anemia o di patologie a carico degli organi emuntori, cioè quelli deputati all’eliminazione delle tossine, come il fegato, l’intestino e i reni. Non a caso un tempo le macchie scure erano chiamate “macchie del fegato”, per indicare che erano il riflesso di un accumulo di tossine da eliminare.

Problemi infiammatori:

Le iperpigmentazioni post infiammatorie sono originate da fenomeni irritativi, come, ad esempio, ferite, traumi della pelle, acne, follicolite ed eczema.

Micosi:

Macchie brune si osservano anche quando si sviluppa una micosi.

Influssi ormonali:

Causano un particolare tipo di discromia definito melasma, comune soprattutto tra le donne che assumono la pillola anticoncezionale e in gravidanza, dove prende il nome di cloasma o “maschera gravidica“. Il melasma si presenta con chiazze rosse o brune, a volte abbastanza estese, che compaiono in alcune zone del viso, come fronte, parte superiore del labbro, mento e zigomi, e in genere si attenuano o scompaiono subito dopo il parto.

Altri fattori:

L’ipercromia può anche essere il risultato dell’assunzione di farmaci sensibilizzanti (contraccettivi orali, antibiotici, psicofarmaci, ecc.), terapie ormonali, menopausa, contatto con sostanze irritanti oppure dell’uso di profumi prima dell’esposizione al sole.

Eliminare le macchie scure sulla pelle

macchie-scure-laser

In merito a come curare le macchie scure della pelle del viso e del corpo, è bene sapere che esistono diversi trattamenti, ma per poter stabilire quello più appropriato occorre prima inquadrare bene il problema, individuando il tipo preciso di discromia. La cura delle macchie scure dipende infatti dalla causa che le ha scatenate, quindi il primo passo è effettuare una diagnosi approfondita. In ogni caso, quando compaiono nuove macchie sulla pelle scure, la prima cosa da fare è mostrarle a un dermatologo per accertarsi della loro natura. Lo specialista, dopo aver individuato la causa scatenante, deciderà, caso per caso, la linea terapeutica più adatta.

Fenomeni e cause: come compaiono le macchie scure?

Se si tratta di un fenomeno passeggero, come nel caso del cloasma gravidico, in linea generale non bisogna intraprendere alcun tipo di terapia, poiché la pigmentazione tende a tornare nella norma spontaneamente. Laddove le macchie siano la conseguenza di un’accertata malattia sottostante, la cura di quest’ultima dovrebbe portare ad una risoluzione dell’iperpigmentazione. La comparsa di macchie scure sulla pelle funghi richiede una visita medica per identificare i microrganismi responsabili in modo da avviare un trattamento antimicotico specifico.

lentiggini

Contro le discromie cutanee esistono diversi rimedi che vanno dai cosmetici depigmentanti ai trattamenti di medicina estetica come peeling, laser specifici, crioterapia e luce pulsata IPL. Per ottenere risultati apprezzabili, occorre usare in combinazione metodi che agiscono su fronti diversi tenendo presente che più la macchia scura sulla pelle è profonda, più tempo ci vorrà per ridurla. A tal proposito, può essere utile l’uso di una lampada detta Luce di Wood che è in grado di determinare la profondità della pigmentazione. Tutte le cure schiarenti possono essere eseguite quando l’esposizione solare è minore, preferibilmente in autunno-inverno.

Ecco come schiarire le macchie scure sulla pelle delle gambe, del viso, del décolleté e della mani.

In caso di iperpigmentazione da lieve a moderata, una possibile soluzione è quella di applicare localmente i prodotti depigmentanti che, attraverso diversi meccanismi d’azione, sono in grado di modulare la produzione di melanina, assicurando una più omogenea distribuzione del pigmento melanico. Tra questi uno dei più efficaci è l’idrochinone, un composto che agisce bloccando la produzione di melanina, ma il cui utilizzo è consentito solo se viene prescritto dal dermatologo sotto forma di preparazione galenica fatta fare dal farmacista.

Scentuals

Siero alla Vitamina C con Acido Ialuronico

38,0032,30

Il siero viso alla Vitamina C di Scentuals ha una formula ricca... Leggi tutto

Aggiungi

Rientrano tra i depigmentanti anche l’arbutina, che agisce attraverso la competizione di legame con i recettori della tirosinasi, e il rucinolo. In alternativa, si possono usare creme a base di sostanze schiarenti come l’acido azelaico, l’acido cogico o l’acido ascorbico (vitamina C), uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura da impiegare per migliorare lo stato della pelle afflitta da discromie.

Soluzione efficaci macchie scure viso

I depigmentanti hanno un’azione potenzialmente schiarente, ma vanno applicati con costanza perché possano eliminare macchie scure sulla pelle. Se l’inestetismo permane, si può ricorrere a trattamenti di medicina estetica da effettuare in ambulatorio.

Tra le terapie più diffuse troviamo il peeling chimico, che rinnova gli strati cornei superficiali accelerando il normale processo di esfoliazione e, quindi, l’eliminazione della cute iperpigmentata. Come agenti esfolianti vengono usati i retinoidi, che stimolano il ricambio cellulare, e gli alfa e beta idrossiacidi (acido glicolico, acido citrico, acido lattico, acido tricloroacetico), che hanno una marcata azione esfoliante con un conseguente effetto schiarente generalizzato. Il peeling chimico può essere effettuato solo dal dermatologo ed è particolarmente indicato per le lentigo solari.

macchie-scure-aloe

Quando le macchie si trovano più in profondità e non sono troppo diffuse, si può ricorrere al laser, che emette un’onda luminosa che colpisce il pigmento melanico senza danneggiare il tessuto circostante. Il procedimento è praticamente indolore e non richiede anestesia. Per trattare zone più vaste si preferisce la luce pulsata IPL, un fascio luminoso che, attraverso l’ausilio di filtri speciali, agisce selettivamente sulle macchie solari e senili. Un’altra tecnica usata da tempo contro le lentigo solari è la crioterapia, che sfrutta l’azoto liquido per congelare la parte interessata, provocando la formazione di una bolla che dopo qualche giorno si stacca, rivelando sotto una pelle più chiara e dal colorito uniforme.

Rimedi naturali contro le macchie scure

Esistono diversi rimedi naturali per macchie scure della pelle, cure semplici e poco costose che aiutano a ridurre le discromie in modo delicato e che, se usate con costanza e per lunghi periodi, garantiscono buoni risultati. Andiamo a scoprire come togliere le macchie scure sulla pelle del viso e del corpo con rimedi naturali.

1

La liquirizia assicura una progressiva azione schiarente delle macchie scure che compaiono a causa dell’invecchiamento o dei raggi UV. Le sue proprietà depigmentanti sono ascrivibili all’acido glicirretico e ad altri principi attivi che, con la loro azione sinergica, inibiscono l’attività dell’enzima tirosinasi, che controlla la sintesi della melanina, assicurando una corretta distribuzione del pigmento.

2

Anche il tè verde mostra un’attività di inibizione della tirosinasi. Applicato dopo la pulizia del viso, è quindi un ottimo rimedio contro le discromie cutanee. Tra i depigmentanti naturali suscita grande interesse pure la camomilla che, agendo sulle citochine, è in grado di inibire in modo specifico la melanogenesi indotta dai raggi ultravioletti.

Björk&Berries

Siero Viso alla Vitamina C

59,0050,15

Ricarica la luminosità

Aggiungi
3

Anche il limone è indicato per schiarire le macchie scure della pelle, e in particolare gli esiti dall’acne. Grazie alla presenza di acido citrico, ha un effetto rivitalizzante sui tessuti ed esercita un’azione assorbente e astringente. Un altro rimedio naturale a cui viene attribuita la capacità di attenuare le discromie cutanee è l’uva ursina, dai cui semi si ricava l’arbutina, una sostanza con una marcata attività inibitrice della tirosinasi e, di conseguenza, della produzione di melanina. È inoltre possibile contrastare il melasma sfruttando l’attività anti-tirosinasi dell’aloe vera macchie scure pelle.

Se l’ipercromia è il frutto di un accumulo di tossine per squilibri degli organi emuntori, è necessario adottare un rimedio depurativo che riconosce nell’alimentazione e in alcuni fitocomplessi i suoi migliori alleati. Tra le erbe più indicate per depurare il fegato troviamo tarassaco, carciofo e cardo mariano, che grazie al loro potente mix di antiossidanti, vitamine e minerali, stimolano la diuresi e aiutano a ripulire l’organismo dalle tossine. Anche i probiotici sono amici della pelle poiché ripristinano l’equilibrio del microbiota cutaneo e sostengono le funzioni digestive e immunitarie.

Guudcure

Crema Gravity Day

55,0046,75

Crema viso rassodante elasticizzante, aiuta a rallentare il rilassamento cutaneo di viso... Leggi tutto

Aggiungi

Prevenzione solare e creme con fattore SPF

È giusto ricordare che, ancor prima di chiedersi come schiarire le macchie scure della pelle, è essenziale capire come prevenirle. Per scongiurare la formazione di nuove macchie ed evitare che quelle già presenti peggiorino sono fondamentali alcuni accorgimenti, a partire da un’esposizione moderata ai raggi del sole e dall’uso di creme solari con una protezione molto alta per frenare l’azione dannosa dei raggi UV.

È inoltre utile bere molta acqua e consumare frutta e verdure fresche, che sono ricche di vitamine e sali minerali. Infine, se ti chiedi come coprire le macchie scure della pelle, la prima risposta è il camouflage, uno speciale make up correttivo che rende l’incarnato uniforme e levigato.

macchie-cutanee

Abbonati subito ad Abiby!
Per te subito 10€ di sconto Scopri di più
Abiby Beautybox