Che cos’è l’armocromia: il test e le quattro stagioni
Che cos’è l’armocromia: il test e le quattro stagioni

Che cos’è l’armocromia: il test e le quattro stagioni

Primavera, estate, autunno, inverno: qual è la tua stagione? Scoprilo attraverso l'armocromia la scienza dei colori che ci insegna a come valorizzare la nostra bellezza naturale.

di - 29 giugno 2020

Il termine armocromia è ultimamente molto di moda, ma non sempre è facile capire esattamente di cosa si tratta. Sul web si possono trovare tantissimi articoli che spiegano nel dettaglio che cos’è l’armocromia o come riconoscere la propria stagione, ma prima di entrare nel dettagio è bene far chiarezza.

L’armocromia è una materia di studio affascinate, ci permette infatti di capire quali sono i colori che ci donano maggiormente, non solo per quanto riguarda l’abbigliamento ma anche trucco e colorazione dei capelli. Non è una semplice analisi, richiede infatti competenza, attenzione, ricercatezza e i famosi drappi – fondamentali per capire la stagione a cui si appartiene.

Oggi moltissime persone si sono appassionate di armocromia e hanno rivuoluzionato la loro vita e il loro armadio in base a queste palette cromatiche. Tra le maggiorni esponenti in Italia c’è Rossella Migliaccio, curatrice di immagine ed esperta di colore, fondatrice dell’Italian Image Institute e autrice del libro “Armocromia, Il metodo dei colori amici che rivoluzione la vita e non solo l’immagine”.

Armocromia da dove arriva questa tendenza?

armocromia-storia

L’armocromia ha orgini lontane, basti pensare che fu introdotta alla fine degli anni Trenta, con l’avvento del cinema a colori. Le costumiste di Hollywood dovettero iniziare a concepire il colore come un vero strumento di bellezza, per far risaltare le attrici, valorizzandole con abiti, accessori e makeu-up. Negli stessi anni, la beauty guru Elizabeth Arden introdusse all’interno dei suoi negozi la box Colour Harmony, che abbinava tonalità di ombretti e blush a seconda delle caratteristiche di ogni donna.

“Il colore è un potere che influenza direttamente l’anima.” (Wassily Kandinsky)

L’armocromia prende però forma a tutti gli effetti dalla consulente di immagine e cosmetologa americana Bernice Kentner, alla fine degli anni Settanta, con il libro Color Me a Season. La Kentner studiò la luce naturale e i suoi cambiamenti a seconda delle stagioni, su questo principio determinò toni e sfumature fino ad identificare 4 palette naturali che potevano essere collegate ai colori delle donne. Queste nuance sono le stagioni dell’armocromia in grado di valorizzare ogni femminilità in modo del tutto naturale.

Armocromia: le quattro stagioni, come indentificarle

Primavera, Estate, Autunno e Inverno. Le quattro stagioni della armocromia fanno riferimento ai veri cambiamenti stagionali e con questi si adattano alle sfumature di ogniuna di noi. La vera difficolatà è che esistono ben 16 sottostagioni in cui è possibile riconoscersi.

In questo primo articolo analizzeremo solamente le stagioni principali.

Stagione Primavera

armocromia-primavera-1

Le donne che si rispecchiano nella stagione primavera hanno delle caratteristiche cromatiche ben precise. Benché sia la palette più variegata anche la stagione armocromia primavera ha dei colori nemici e colori amici.

Iniziamo dicendo che hanno un sottotono caldo, una intensità alta e un valore chiaro. Questo significa che nella palette troveremo sia i beige/albicocca che i blu ma ma sempre caldi e luminosi. Colori nemici: grigio e nero. A differenza delle altre stagioni, le donne primavera reggono bene le tonalità forti, grazie al loro aspetto radioso.

A questa stagione appartengono le persone con pelle chiara o media – spesso presenti anche lentiggini – con sottotono caldo e dai capelli rossi, che possono andare sul castano o sul biondo; gli occhi sono verdi, azzurri, nocciola o marroni chiaro. Adatti a questa tipologia di persona sono i colori caldi e luminosi, quali arancione, giallo, rosso, azzurro, viola, verde mela e lime: la primavera è la stagione della rinascita, con le sue temperature calde e i colori accesi.

Stagione Estate

armocromia-estate-2

Le donne estate sono caratterizzate invece da tonalità e sfumature molto delicate, cipritate oppure madreperla che sono la quinta essenza della femminilità.

Possono sia essere bionde che castano chiaro ma solitamente hanno un incarnato tra molto chiaro a roseo, hanno un sottotono freddo, una intensità bassa e un valore chiaro. Tra i loro colori nemici troviamo tutte le tonalità troppo calde e gli arancioni.

Rientrano nell’estate le persone con carnagione chiara e luminosa, sottotono freddo, capelli biondi (o biondo cenere, biondo scuro, castano chiaro o medio) e occhi chiari (azzurri, verdi, grigio-verdi o color nocciola). La palette di colori ideale per questa stagione è costituita da tinte chiare, fredde e satinate, ad esempio azzurro – insieme alle sue sfumature – blu, giallo, rosso fragola e ciliegia, grigio.

Stagione Autunno

armocromia-autunno

A differenza di quello che in molti possono pensare, i capelli castani non significano obbligatoriamente che si appartiene alla stagione autunno, tutt’altro sono molte le donne more che fanno parte di altri gruppi armocromatici. Hanno il sottotono caldo, una intensità bassa e un valore scuro.

Quello che accomuna le donne autunno è il sottotono caldo e  l’intensità medio bassa. Secondo la teoria delle stagioni, l’autunno è la stagione delle persone con un tono di pelle chiaro, medio o scuro, con un sottotono caldo e occhi castani – in tutte le declinazioni del colore. I colori ideali con cui accostare queste tinte sono scuri, caldi e morbidi: si tratta di sfumature quali arancione, rame, marrone, giallo, verde e avorio.

Stagione Inverno

armocromia-inverno

Infine, è proprio la stagione inverno ad essere la più diffusa, soprattutto in Italia! Questa stagione è caratterizzata da la pelle è olivastra, i capelli molto scuri (possono essere sia castani che neri, o addirittura biondi platino), gli occhi o molto scuri o molto chiari. Il tono di pelle può essere chiaro, medio o scuro e il sottotono freddo.

Quello che accomuna le donne inverno è il sottotono freddo e  l’intensità alta e valore scuro. I colori di riferimento per queste persone sono freddi, scuri e brillanti, come bianco, nero, grigio, blu, verde, rosso, rosa, magenta, viola. Sono consigliati accostamenti tra colori chiari e scuri, colori scuri con medi o con altri colori scuri.

Fonti:

isabellaratti.com

rm-style.com

Prova la Beauty Box Abiby
SCOPRI L'OFFERTA
Abiby Beautybox