Come realizzare un trucco semplice per gli occhi

Per truccarsi gli occhi in modo giusto è indispensabile riconoscere la propria forma e sapere quali toni utilizzare in abbinamento al colore della propria iride. Ecco il nostro tutorial per un trucco occhi semplice, ma d'effetto!

“Gli occhi sono lo specchio dell’anima” recita il noto detto che sottolinea come avere uno sguardo magnetico possa essere non solo indice di cura personale, ma anche e soprattutto la strategia migliore per spiccare in mezzo alla folla. Per ottenere questo risultato è fondamentale saper truccare gli occhi in maniera se non professionale, quanto meno in modo tale che si adatti ai tuoi lineamenti e alla forma degli occhi.

Prima di cominciare con qualche consiglio per rendere attraenti i propri occhi, è importante capire quale sia la forma dei tuoi occhi. Anche se ognuno è unico – e di conseguenza le categorizzazioni sono difficili da realizzare – è possibile individuare alcune caratteristiche comuni:

  • Occhi orientali: noti anche con il termine inglese “monolid”, questo taglio di occhi è caratterizzato dalla mono-palpebra poiché questa non è interrotta da nessuna piega. Si tratta di un aspetto attraente e quanto mai ammaliante che ha permesso a numerose star di fare colpo nel proprio settore.
  • Occhio all’insù: immaginando di tracciare una linea orizzontale che attraversa la pupilla, se la porzione finale si trova più in alto dell’angolo interno, allora si tratta di un occhio all’insù. Questa conformazione conferisce automaticamente uno sguardo intenso grazie agli occhi a farfalla; in questo caso potrai realizzare facilmente delle sfumature verso l’alto senza forzare eccessivamente i tuoi lineamenti.
  • Occhio all’ingiù: se riprendendo l’esempio precedente riscontri gran parte del tuo occhio sotto la linea immaginaria, allora hai una forma che può essere corretta con il make up; ricorda però che lo sguardo languido – come quello di Marilyn Monroe – ha il suo fascino e sa essere a suo modo smaliziato.

Realizzare un trucco semplice per gli occhi

A prescindere dalla tua forma di occhi, potrai seguire alcuni step che accomunano tutti i make up di qualità e che durano per tutta la giornata. Prima di tutto è importante avere una beauty routine che ti consenta di curare quotidianamente la tua pelle assicurandoti di mantenerla curata e detersa in profondità: struccarsi bene la sera prima di andare a dormire, applicare una maschera purificante durante la settimana e idratare l’epidermide in maniera costante sono solo piccoli accorgimenti che, tuttavia, faranno la differenza.

Dopo aver quindi utilizzato una crema idratante come base e steso con un pennello un prime (ossia un composto cremoso che aiuterà i prodotti che stenderai successivamente sugli occhi ad avere una migliore tenuta), potrai cominciare con i veri e propri step:

1

Step 1: uniformare la palpebra

Così come la BB cream aiuta a uniformare la pelle del viso, creando una base perfetta per applicare il trucco, anche sugli occhi bisognerà prima procedere con una base uniforme che renda la palpebra ideale per il successivo trucco. Soprattutto se hai una palpebra unica, dovrai assicurarti che la superficie sia uniforme, eliminando quindi le pieghe che naturalmente si creano. Si tratta di un passaggio fondamentale dal momento che permette allo sguardo di “allargarsi” sia nella parte interna sia, soprattutto, in quella esterna.
Per ottenere questo risultato potrai utilizzare un ombretto neutro (nude) di cui ogni palette è provvista. In alternativa, potrai ricorrere al correttore per il contorno occhi o ad un normale illuminante da applicare nella palpebra fissa – ovvero la parte più vicina alle sopracciglia. Il risultato sarà eccellente se eseguirai questo step con un pennello a setole piatte e picchiettando delicatamente il prodotto scelto.

Contemporaneamente potrai occuparti, se lo desideri, delle sopracciglia, che possono essere rese più evidenti grazie ad una apposita matita: un’arcata sopraciliare definita contribuisce, infatti, a conferire profondità allo sguardo e a mettere in risalto gli occhi. L’unica accortezza consiste nello scegliere un prodotto della tonalità che si adatta al tuo incarnato e al colore di capelli.

2

Step 2: Ombretto scuro e matita

Per rendere tridimensionali e profondi i tuoi occhi dovrai prendere un pennellino piatto (magari a sezione triangolare) e selezionare un ombretto più scuro rispetto a quello che hai utilizzato nello Step 1. Dovrai utilizzare questo prodotto nella parte della piega dell’occhio in modo da creare un effetto chiaroscuro interessante e magnetico: è importante, però, stare attenta a non esagerare dal momento che è molto facile scurire troppo la palpebra mobile, rischiando di rendendo cupo lo sguardo.
Una volta che avrai completato questo step, potrai tranquillamente passare nuovamente l’ombretto chiaro sulla palpebra, soprattutto nella parte interna per donare luminosità.

Infine, procurati una matita nera (o comunque scura) e definisci la linea dell’occhio. Se hai l’occhio all’ingiù non eccedere nella parte finale, dal momento che è proprio quella la zona nella quale dovrai poi sfumare eventualmente il colore da usare (oppure, se opti per un trucco più leggero, potrai lasciare intonsa questa parte ampliando notevolmente la dimensione dei tuoi occhi).
Chi è bionda o comunque si schiarisce molto durante l’estate tende ad avere la base delle ciglia bionde: per correggere questo difetto potrai usare la matita scura anche nella parte interno superiore dell’occhio, colorando quindi la parte bionda delle ciglia. In questo modo potrai avere nuovamente uno sguardo magnetico e deciso.

Per completare questo step potrai ripassare con un eyeliner nero la parte superiore della palpebra avendo cura di realizzare la tanto temuta “ondina” alla fine dell’occhio. Il principio che ti deve guidare nella realizzazione di questa fase deve essere quella di voler tracciare una linea che ampli lo sguardo: per questo è fondamentale non fermare il tratto alla fine della palpebra, ma farla continuare verso le tempie (ovviamente senza eccedere, a meno che non sia esplicitamente voluto). Superfluo, forse, è ricordare come l’eyeliner nero sia particolarmente insidioso per coloro che hanno numerose pieghe sull’occhio e una forma rivolta verso il basso; in questa circostanza infatti è molto facile realizzare un lavoro mediocre, ma – al contrario – se realizzato con maestria può dare una marcia in più al tuo makeup.

3

Step 3: Mascara

La vera differenza nello sguardo viene fatta dal mascara. Utilizzando quello nero potrai ottenere occhi che catturano l’attenzione di chi è con te e soprattutto ti permetterà di sfoggiare uno sguardo molto più ampio. Per massimizzare questo effetto potrai utilizzare un piegaciglia che ti consentirà di lavorare sulle ciglia già rivolte verso l’alto. Questo oggetto risulta particolarmente utile per coloro che hanno gli occhi all’ingù, poiché accade spesso che anche le ciglia siano rivolte verso il basso. Potrai rendere ancora più intenso l’effetto “occhi da bambola” facendo più passate del prodotto sulle ciglia, mentre se preferisci un tono più dimesso sarà sufficiente una sola applicazione.

Come truccare gli occhi scuri

Dal punto di vista del make up, avere gli occhi scuri è una fortuna indiscussa dal momento che ti consente di abbinare qualsiasi colore di ombretto o eyeliner. In particolare, coloro che hanno le iridi color nocciola possono spaziare in mezzo a tutte le tonalità non solo del marrone, ma anche del nero, realizzando il classico trucco “smokey eyes” sui toni scuri.

Inoltre, potrai utilizzare tutte le tonalità che caratterizzano la screziatura dei vostri occhi: il verde, il giallo/oro e soprattutto il viola sono tonalità che si addicono perfettamente al tuo fenotipo. In quest’ultimo caso potrai utilizzare dei toni sul magenta nella piega dell’occhio per favorirne la profondità. Infine, con l’aiuto di un pennello a setole dure, potrai stendere il colore utilizzato nella piega anche sotto agli occhi.

Come truccare gli occhi verdi

La differenza tra gli occhi scuri e quelli verdi dipende principalmente dalla presenza ridotta di melanina che conferisce la caratteristica colorazione dell’iride. Chi ha gli occhi di questo colore ha usualmente anche i capelli chiari e quindi nel make up potrà scegliere non solo tra le tonalità calde come l’oro e il bronzo, ma anche tra quelle fredde che esalteranno la glacialità dello sguardo. Le tinte ideali sono quelle sul prugna scuro dal momento che permettono di esaltare in maniera particolare lo sguardo: utilizzalo nella piega dell’occhio e noterai immediatamente la differenza.

Accade spesso, inoltre, che gli occhi color smeraldo siano accompagnati dalla carnagione particolarmente pallida e talvolta lentigginosa (con capelli rossi): in questo caso evita categoricamente le tinte del celeste dal momento che risulterebbero eccessivamente tenui per dare il giusto risalto al tuo sguardo.

Come truccare gli occhi azzurri

Avere gli occhi azzurri è percepito come sinonimo di bellezza indiscussa: le nuances tra le quali puoi scegliere sono numerose e diversificate, tuttavia l’arma più valida è il nero. Per realizzare un make up versatile, dopo aver seguire i tre step, potrai usare la matita scura anche nella parte interna inferiore della palpebra, in maniera da esaltare notevolmente i colori dell’iride.

Se invece devi prepararti per un’occasione di rilievo, potrai ottenere uno sguardo da cerbiatta applicando le ciglia finte: attenta a non scegliere un modello troppo eccentrico dal momento che il rischio di cadere nell’effetto bambola è dietro l’angolo. Un’ottima alternativa è sempre il piegacicglia!

Questi consigli sono validi non solo per coloro che hanno gli occhi azzurri, ma anche per chi li ha grigi. In generale, questa tonalità conferisce un tono altezzoso e distaccato nei confronti del mondo, tuttavia potrai provare a smorzare questo aspetto del tuo sguardo utilizzando i colori caldi (come ad esempio il bronzo o l’argento).

Come truccare gli occhi piccoli

Avere gli occhi piccoli viene percepita come una problematica di rilievo dal momento che i normali accorgimenti potrebbero risultare insufficienti per garantirvi uno sguardo magnetico e soprattutto sensuale. Per chi ha questo difetto, truccarsi significa soprattutto regolarizzarne la forma riducendo al minimo le imperfezioni che potrebbero esistere.

Per raggiungere questo obiettivo dovrai soprattutto utilizzare ombretti chiari e luminosi, oltre a realizzare una base sul viso dominata da un buon illuminante. Per decorare gli occhi non indugiare nell’eyeliner che definisce in maniera eccessiva la forma degli occhi, ma favorisci invece il mascara e il piegaciglia. Non dimenticare, infine, di utilizzare una pennellata di ombretto chiaro nella parte fissa della palpebra, donando luce al tuo sguardo.

Cosa evitare per truccarsi bene gli occhi

Una volta appresa la tecnica per valorizzare la forma e il colore degli occhi, ecco qualche consiglio sugli errori da evitare quando si è determinati a imparare come truccarsi bene.

  • Qualità dei prodotti: il primo aspetto fondamentale è assicurarsi della qualità dei prodotti che si utilizzano. Questo implica non solo la consapevolezza della scelta al momento dell’acquisto, che deve essere rivolta verso prodotti cruelty free e ipoallergenici, ma anche nell’attenzione verso la “scadenza” dei prodotti make-up. In particolare, quando si parla di cura degli occhi, è di primaria importanza fare uso di matita, ombretto e mascara che non sono stati esposti ad agenti contaminanti o troppo secchi.
  • Struccarsi: sembra un controsenso, ma lo è solo in apparenza dal momento che per truccarsi bene bisogna andare a letto con l’epidermide pulita e detersa in maniera accurata. Solo in questo modo potrai assicurarti una pelle luminosa e priva di macchie o impurità.
  • Non truccare mai tutto: come viene suggerito dai numerosi tutorial di trucco, non è consigliabile truccare in maniera pesante gli occhi e le labbra. Ad esempio, se hai deciso di realizzare uno smokey eyes marcato sui toni del nero, non utilizzare un rossetto troppo appariscente; al contrario, se desideri dare rilievo alle labbra, opta per un trucco più leggero sugli occhi (come una linea semplice di eyeliner nero).
  • Truccarsi con gli occhiali: se porti gli occhiali fissi dovrai prestare attenzione al tipo di lenti che indossi; se queste infatti sono fatte per correggere un difetto di miopia, i tuoi occhi sembreranno più piccoli: chi è consapevole di ciò, sceglie spesso un makeup che ampli la dimensione degli occhi e li valorizzi. In generale, utilizza ombretti dai toni caldi che potranno esaltare le montature tartarugate o smorzare quelle più geometriche e monocolor.
  • Evita le mezze tonalità: un consiglio valido a prescindere dal colore e dalla forma dei tuoi occhi è quello di evitare le sfumature intermedie. Utilizza colori tenui sulla palpebra mobile e decisamente più scuri (della stessa nuance) sulla piega degli occhi affinché, dal contrasto evidente, emerga la profondità dello sguardo. Al contrario, utilizzando tinte troppo vicine, il viso sembrerà più pallido e meno attraente.

E voi? Come preferite truccarvi gli occhi? Condividete i vostri consigli nei commenti!