Caduta capelli: quando preoccuparsi, cause e rimedi

by 9 novembre 2021
Caduta capelli: quando preoccuparsi, cause e rimedi

Ciascuno di noi arriva a perdere dai 50 ai 100 capelli al giorno, ma talvolta la perdita è notevolmente maggiore. Andiamo a scoprire perché cadono i capelli e quando preoccuparsi.

I nostri capelli nascono, crescono e muoiono secondo un ciclo fisiologico ben preciso che assicura il normale rinnovamento della capigliatura. In media perdiamo dai 50 ai 100 capelli al giorno, ma non ce ne accorgiamo perché ogni follicolo pilifero ha un ciclo di crescita sfalsato rispetto a quelli adiacenti. Il capello cade solo quando il follicolo inizia a produrre un nuovo capello che spinge fuori quello vecchio e lo sostituisce. L’attività ciclica del follicolo fa sì che questo produca un capello nuovo ogni 5 anni circa.

È quindi normale perdere tutti i giorni un certo numero di capelli, tuttavia sotto forte stress molti follicoli entrano prematuramente nella fase di riposo (telogen) e i capelli cadono più velocemente, non permettendo il normale ripristino del cuoio capelluto. A quel punto è opportuno interrogarsi sulle cause della caduta più abbondante e insolita dei capelli.

Beauty news ogni settimana?
Iscriviti alla newsletter di Abiby e ricevi subito il 15% di sconto sul primo piano semestrale. Per maggiori informazioni consulta la Privacy Policy.

Caduta capelli: perché succede e quando preoccuparsi

La caduta dei capelli diventa un’anomalia quando se ne trovano tanti sulla spazzola, sul pettine, sul cuscino, sugli abiti e sul pavimento. Non è invece il caso di contare quelli che restano nel lavandino, che erano già sul punto di cadere e lasciano liberi dei follicoli nei quali stanno già crescendo nuovi capelli. Le frizioni sulla testa accelerano semplicemente il fenomeno: ecco perché se ci si lava i capelli dopo tanto tempo se ne vedranno cadere più del solito.

Non va sottovalutato un cambiamento di aspetto delle unghie: spesso chi perde molti capelli ha anche le unghie fragili e predisposte allo sfaldamento, e questo può essere la spia di carenze nutrizionali.

caduta capelli fronte

Laddove la perdita più intensa e massiccia di capelli sia la conseguenza dello stress o di fattori stagionali non c’è da allarmarsi perché si tratta di un fenomeno transitorio e reversibile. Se durante l’estate hai esposto eccessivamente la chioma al sole e non l’hai protetta correttamente, è probabile che tu abbia aumentato il turn-over.

Essenziale è prestare attenzione all’alimentazione: scelte sbagliate a tavola possono ripercuotersi sullo stato di salute del capello, pertanto se la tua dieta è povera di proteine, vitamine e acidi grassi è il caso di darti una regolata.

Bisogna inoltre controllare la presenza di un diradamento in corrispondenza della regione frontale e temporale, indice dell’assottigliamento dei capelli, che hanno così una durata del ciclo di crescita più breve e cadono più del normale. Anche se l’uomo è più predisposto alla calvizie, negli ultimi anni la caduta dei capelli nelle donne ha raggiunto livelli elevati. In questo caso, il diradamento parte dalla zona centrale della testa e con il tempo aumenta fino a raggiungere anche la zona temporale, sopra le orecchie.

Infine, se si perdono i capelli a chiazze è fondamentale rivolgersi quanto prima al medico di fiducia in modo da poter iniziare un’adeguata terapia per contrastare la progressione del fenomeno.

Cause più comuni della caduta capelli

Le cause della caduta dei capelli sono multifattoriali e in genere agiscono sinergicamente. La causa più comune è l’alopecia androgenetica, che, come suggerisce il nome, dipende da fattori ormonali (conversione del testosterone in DHT nell’uomo e maggiore attività degli ormoni maschili nella donna) e genetici.

impacco capelli crespi

Spesso però come origine della tendenza inusuale dei capelli a cadere si evidenziano lo stress, squilibri ormonali o cattiva alimentazione. Esclusa ogni forma di malattia, le principali cause della caduta di capelli sono:

  • Fattori stagionali: l’autunno è il momento dell’anno in cui la caduta dei capelli è più consistente (si registra in media una perdita di circa il 20-30% di capelli in più rispetto al resto dell’anno). Una della cause è l’esposizione al sole durante i mesi estivi perché i raggi UV inducono la morte cellulare anche a livello del follicolo pilifero. Il processo però dipende anche dalla riduzione delle ore di luce nel corso della giornata e dal cambio delle temperature, che modificano l’equilibrio tra ormoni come la melatonina e la prolattina, inducendo una ridotta produzione di capelli e facilitandone la caduta.
  • Sollecitazioni esterne: il telogen effluvium è favorito anche dall’utilizzo frequente di piastra e phon, coda di cavallo troppo stretta, tinture e trattamenti chimici e utilizzo di prodotti che contengono sostanze dannose come Laurilsolfato di sodio, Isopropyl, Propylene Glycol, ecc.
  • Cattiva alimentazione: il cibo gioca un ruolo importante nella caduta dei capelli, che può essere indice di carenze di vitamine e sali minerali. Scarsi livelli nell’organismo di vitamine del gruppo B, ad esempio, possono indebolire la capigliatura facilitandone così la caduta. Anche una carenza di ferro può provocare il telogen effluvium perché questo minerale, oltre a garantire l’ossigenazione dei tessuti, favorisce la produzione di cheratina da parte delle cellule follicolari. Indispensabili per una chioma sana sono anche la vitamina A, la cui carenza può favorire la formazione di forfora a causa della disidratazione cutanea, la vitamina H, che mantiene il bulbo vitale preservandone le normali funzioni in caso di stress, e la vitamina E, un antiossidante importante perché contrasta il danno indotto dai radicali liberi.
  • Stress: capita di frequente che la caduta dei capelli compaia come conseguenza di un periodo di particolare stress o di un trauma psichico, come un lutto in famiglia, un incidente o la perdita del lavoro, tutti eventi che hanno un forte impatto emotivo. Secondo uno studio, alti livello dell’ormone dello stress inibirebbero le cellule staminali dei follicoli piliferi, rallentando la crescita dei capelli e intensificandone la caduta. Per fortuna, se lo stress si rivela solo acuto, il fenomeno è reversibile e i capelli hanno buone probabilità di ricrescere.
  • Farmaci: la perdita di capelli può essere indotta anche dall’assunzione di alcuni farmaci. Ad esempio, è noto che la mesalazina fa cadere i capelli, ma si tratta di un effetto collaterale molto raro che in genere cessa alla sospensione del farmaco.
  • Smog: le sostanze inquinanti che si depositano sul cuoio capelluto e sul fusto del capello riducono la produzione di proteine indispensabili alla crescita della chioma.
  • Defluvium post-partum: dopo il parto i capelli tendono a cadere in maniera piuttosto copiosa a causa del calo di estrogeni, che invece durante la gravidanza contribuiscono a rendere la capigliatura più folta e in salute, e dell’aumento di prolattina durante l’allattamento. Tuttavia si tratta di una condizione assolutamente fisiologica che si risolve spontaneamente nel giro di 3-4 mesi.

Rimedi contro la caduta dei capelli

Ai primi segnali di caduta dei capelli è importante correre ai ripari ricorrendo a tutte le possibili strategie di trattamento, sia topiche sia di altro tipo, che favoriscono un naturale rafforzamento della chioma.

Se la perdita dei capelli è causata da fattori legati all’alimentazione, allo stress, al fumo o all’alcol, basterà modificare le proprie abitudini per arrestare la caduta. Considera il problema come un segnale che è arrivato il momento di dare una svolta alla tua vita e scegli il modo più congeniale per ridurre lo stress.

caduta capelli spazzola

Seppur in misura minore, la caduta dei capelli interessa anche le donne, che fanno della loro chioma una potente arma di seduzione. In questo caso, è possibile scegliere tra una vasta gamma di rimedi per la caduta capelli donne.

Se modificare le tue abitudini non basta a risolvere il problema, devi recarti subito dal dermatologo, meglio se specializzato in tricologia, per approfondire la causa attraverso esami specifici e stabilire il rimedio più appropriato.

Integratori per caduta capelli

In molti casi un uso appropriato di integratori per la caduta dei capelli è determinante per favorire un’ottimale crescita della chioma.

Tra i composti benefici per il bulbo pilifero ci sono certamente gli aminoacidi solforati (cisteina, metionina), che svolgono un ruolo chiave nella produzione della cheratina, la proteina fondamentale per la salute della chioma. In caso di caduta di capelli gli integratori più efficaci di solito contengono sostanze come lo zinco, importante per il mantenimento di capelli e unghie forti, e la biotina (vitamina B8), che, essendo coinvolta nel metabolismo proteico, favorisce la sintesi della cheratina e ha un effetto positivo sulla crescita e sulla resistenza dei capelli, oltre che sullo spessore e sulla struttura.

Fiale caduta capelli

trattamento capelli fini

Per ripristinare le condizioni ottimali per un corretto ciclo pilifero puoi anche affidarti all’uso di fiale per la caduta dei capelli, reperibili in profumeria, farmacia, erboristeria ma anche online. L’importante è che abbiano una composizione adeguata, cioè che contengano principi attivi in grado di svolgere un’azione anticaduta scientificamente dimostrata.

Prodotti per caduta capelli

Parallelamente al cambio di stile di vita, si può coadiuvare la ricrescita dei capelli utilizzando prodotti specifici che ne rallentano la caduta. Negli anni le aziende specializzate hanno sviluppato soluzioni in grado di rispondere a ogni esigenza della capigliatura. Si possono ad esempio utilizzare prodotti anticaduta come shampoo, lozioni e balsami a base di complessi antiossidanti (capsaicina, melatonina e resveratrolo) utili in caso di telogen effluvium e alopecia androgenetica.

In caso di alopecia femminile, che può essere causata da gravidanza, diete drastiche, ipotiroidismo e stress, risultano estremamente utili i prodotti per la caduta dei capelli delle donne che contengono un mix di antiossidanti di derivazione vegetale, come l’ortica e il tè verde, insieme ad aminoacidi e vitamine del gruppo B.

Altri rimedi caduta capelli

Una mano contro la caduta dei capelli ce la dà anche la natura, che ci viene incontro offrendo rimedi salutari per tornare ad avere una chioma più forte. Tra i tanti rimedi naturali per la caduta dei capelli a cui si può far affidamento per migliorare la salute della capigliatura sono considerati particolarmente efficaci:

  • Epilobio parviflorum: alcuni componenti di questa pianta inibiscono l’enzima 5-alfa reduttasi, responsabile della conversione del testosterone in diidrotestosterone. Si consiglia di bere due tazze di tisana al giorno. È controindicato alle donne in gravidanza e allattamento.
  • Olio di cocco: è rinomato per le ricche proprietà che aiutano a contrastare la caduta dei capelli. Ne bastano poche gocce diluite nell’acqua da applicare direttamente sul cuoio capelluto e sui capelli 2 ore prima dello shampoo per ottenere ottimi risultati.
  • Olio essenziale di rosmarino: stimola la circolazione nel cuoio capelluto, favorendo la ricrescita dei capelli, e viene impiegato contro la forfora grazie alle sue proprietà astringenti e purificanti. È sufficiente aggiungerne due gocce allo shampoo e procedere con il lavaggio.
  • Zenzero: è ricco di acidi grassi che rendono i capelli sottili più forti e, stimolando il flusso sanguigno del cuoio capelluto, contrasta il diradamento dei capelli.

Trattamenti per la caduta dei capelli

Per tutti coloro che vogliono prevenire la caduta dei capelli ci sono alcuni trattamenti specifici che aiutano a sfoggiare una chioma più folta e curata. Tra questi troviamo lo scrub, la cui azione esfoliante sulla cute stimola il microcircolo, favorendo una maggiore quantità di sangue ossigenato all’interno del bulbo pilifero, e aiuta a regolare il sebo, responsabile del rallentamento della crescita dei capelli. Infine, nella strategia anticaduta, possono rivelarsi molto utili anche il trattamento alla cheratina, in grado di ricompattare le cuticole danneggiate e fortificare le ciocche, il trattamento al collagene, dalle spiccate virtù idratanti, il trattamento all’acido ialuronico, che penetra nel cuore della fibra e prolunga il ciclo vitale dei capelli, o anche degli impacchi naturali per capelli che ne favoriscano la resistenza.

Chi siamo? Siamo Abiby

Abiby è il servizio in abbonamento che ti permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa.
Far parte della community Abiby significa scoprire prima degli altri quello che di nuovo c’è nel mondo della bellezza, testando nuovi prodotti con i giusti consigli su come usarli al meglio. E significa ricevere promozioni e offerte per brand esclusivi e all’avanguardia.
Leggi di più
Potrebbero interessarti