Brufoletti su schiena e petto: cause e rimedi
Brufoletti su schiena e petto: cause e rimedi

Brufoletti su schiena e petto: cause e rimedi

Fastidiosi e antiestetici, i brufoli sulla schiena spesso accompagnano quelli al viso, nei casi in cui l'acne sia particolarmente grave, soprattutto quando è unita a bruciore e prurito.

di - 28 gennaio 2020

Non sempre i due fenomeni sono collegati in quanto i brufoli su schiena e petto possono essere presenti anche se il viso non è interessato, manifestandosi quindi come un disturbo isolato.

Che cosa sono i brufoli su schiena e petto

Tipici dell’età adolescenziale e in alcune situazioni anche di quella adulta, i brufoli alla schiena compaiono su ampie zone della superficie cutanea, arrivando a ricoprire quasi tutto il dorso. Il loro aspetto è piuttosto difforme dato che possono manifestarsi come formazioni sottopelle che provocano un lieve sollevamento dei suoi strati superficiali oppure come veri e propri foruncoli. Essi di solito si presentano sotto forma di lesioni cutanee solide e circondate da un alone arrossato (foruncoli) oppure come lesioni cutanee contenenti materiale infetto (acne complicata dal pus).

Le loro dimensioni sono estremamente variabili così come il loro numero; infatti spesso i brufoli arrivano a ricoprire quasi tutta la schiena. In ogni caso è sempre presente una matrice infiammatoria che può interessare le ghiandole sebacee o anche il follicolo pilifero. Poiché la componente batterica è presente nella maggior parte delle situazioni, l’acne sulla schiena e sul petto di norma contiene pus che, a seconda della gravità, può essere inglobato formando una cisti.

Avant Skincare

Cleansing Gel Antiossidante e Purificante

8962

Un mix di estratti antibatterici, antinfiammatori e antiossidanti, il Blue Volcanic Stone Purifying & Antioxydising Cleansing Gel aiuta a lenire le irritazioni ed è il primo passo nella tua routine di cura della pelle. Ricco di antiossidanti, il cacao aiuta a riparare le cellule della pelle e a neut

Aggiungi

La tipica sintomatologia di questo disturbo comprende il prurito che compare prima della fuoriuscita dei brufoli e rimane anche dopo la loro eruzione; in un secondo tempo insorge il dolore, dipendente dal grado di infiammazione presente; infine si manifestano arrossamento e gonfiore. Analogamente a quanto succede con l’acne del viso, anche i brufoli dietro la schiena possono complicarsi con la formazione di piccole cisti, lesioni cutanee che dopo la guarigione lasciano cicatrici sulla pelle.

Le cause dei brufoli su schiena e petto

Trattandosi di un disturbo multifattoriale, l’acne alla schiena e petto può dipendere da varie cause e da numerosi fattori predisponenti, anche se la principale responsabile è l’impossibilità del sebo a fuoriuscire dai pori ostruiti da sporcizia e batteri.

  • Le ghiandole sebacee localizzate in queste parti del corpo hanno dimensioni maggiori rispetto a quelle di altre zone e pertanto, quando si ostruiscono, presentano manifestazioni molto evidenti.
  • La predisposizione genetica gioca un ruolo di primaria importanza poiché i medesimi agenti patogeni provocano reazioni nettamente differenti nei vari individui; inoltre spesso si nota che persone appartenenti allo stesso nucleo famigliare presentano analoghe manifestazioni cutanee.
  • La componente ormonale viene considerata la causa più rilevante dato che un aumento dei livelli di ormoni circolanti favorisce l’iperproduzione di sebo e quindi la formazione di brufoli. Tale situazione è molto comune durante l’adolescenza (sia nei maschi che nelle femmine) e in gravidanza (quando l’acne sulla schiena è notevolmente frequente), oltre che nell’età adulta (insorgenza dei brufoli sulla schiena a 30 anni), mentre è praticamente assente in vecchiaia.
  • Tra le cause dei brufoli su schiena e petto vi è anche un’eccessiva produzione di sebo non ormono-dipendente e che quindi non è riconducibile alle cause sopra esposte; in questi casi non è nota la natura del fenomeno che si manifesta comunque con un accumulo di sostanza a livello delle ghiandole.
  • Le cause del disturbo comprendono poi infezioni batteriche, soprattutto quelle sostenute dal Propionibacterium Acnes, responsabile dei processi infiammatori e della comparsa del pus.

Schiena

Esistono molti fattori di rischio per l’insorgenza dei brufoli sulla schiena e sul petto, tra cui la tipologia di pelle mista o grassa, responsabile delle manifestazioni dermatologiche predisponenti. L’impiego di prodotti cosmetici scadenti implica notevoli rischi in quanto contribuisce a occludere i pori consentendo al sebo di depositarsi, mentre l’uso di detergenti troppo aggressivi può causare irritazioni diffuse. Anche uno scorretto regime dietetico può favorire l’insorgenza di brufoli dietro alla schiena perché l’assunzione di alimenti ricchi di grassi oppure troppo dolci altera il metabolismo e anche il benessere della pelle.

In soggetti predisposti si è osservato che lo stress può favorire il disturbo. Tenendo conto che schiena e petto sono parti del corpo ricoperte dai vestiti, che favoriscono la presenza di un ambiente caldo e umido prodotto dalla sudorazione, la moltiplicazione dei batteri è potenziata.

Brufoli sulla schiena: esfoliare

Riguardo ai rimedi dei brufoli sulla schiena, uno dei presupposti indispensabili per affrontare nella maniera giusta il problema dell’acne sulla schiena consiste nell’igiene: può essere sufficiente un bagno in acqua calda e sale grosso (non più di mezzo chilo), da ripetere almeno una volta alla settimana per ottenere risultati sorprendenti. Infatti il sale svolge un blando potere disinfettante che consente alla pelle di purificarsi in maniera naturale. 

L’esfoliazione è un procedimento cosmetico molto semplice consistente nel massaggiare la pelle con sostanze leggermente abrasive, il cui ruolo è quello di eliminare gli strati più superficiali di cellule morte E’ possibile preparare uno scrub “fai da te” utilizzando due manciate di zucchero di canna miscelato a due cucchiai di crusca e un pò d’acqua per ottenere un composto da massaggiare delicatamente sulla pelle. Una sostanza particolarmente efficace per combattere l’acne sulla schiena è il bicarbonato di sodio che possiede proprietà antibatteriche e antisettiche, contribuendo a disinfettare l’epidermide durante il processo di esfoliazione. Uno scrub naturale di particolare efficacia è quello prodotto con bicarbonato, succo di limone e zucchero di canna in proporzioni variabili e dopo miscelazione.

Scrub brufoli schiena

Ogni dieci giorni è opportuno fare una doccia calda utilizzando una spugna esfoliante insieme a un detergente neutro; l’azione combinata dello scrub e del sapone delicato garantisce ottimi risultati. Nel caso in cui alcuni brufoli risultassero arrossati e gonfi si possono massaggiare con un dischetto di ovatta imbevuto di acqua ossigenata, per pulire e disinfettare le zone cutanee infiammate. Servendosi del gel di aloe vera è possibile sfruttare le sue eccellenti proprietà astringenti, antinfiammatorie e depurative, particolarmente indicate per questo disturbo. I brufoli trattati con il gel della pianta tendono a seccarsi, diminuendo di volume e limitando arrossamento e gonfiore. E’ consigliabile unire al gel qualche goccia di tea tree oil, un olio essenziale dotato di proprietà disinfettanti.

Abiby

Stay Active Body Kit

9860

Un momento di relax e di ricarica per il tuo corpo post allenamento! Sai che è importante prendersi cura della pelle anche dopo gli sforzi fisici? Esfoliare, rinvigorire e idratare, queste le parole chiave! Questo kit è stato pensato come momento di relax e di ricarica per il tuo corpo post allename

Aggiungi

Dopo l’esfoliazione la pelle ha bisogno di essere trattata con prodotti lenitivi, come ad esempio decotti naturali a base di camomilla, malva, calendula o salvia. Per applicare la soluzione si possono impiegare compresse di garza contenenti batuffoli di ovatta. Nei casi più ostinati, i brufoli possono essere trattati con un panno intriso di sostanza ancora calda da applicare sui punti critici.

Farina d’avena contro i brufoli su schiena e petto

Oltre ad essere un alimento estremamente utile per il benessere dell’organismo, la farina d’avena è un efficace rimedio naturale per la pelle affetta da acne. Infatti essa contribuisce a rimuovere gli strati superficiali di cellule morte, responsabili di numerosi problemi cutanei. Per realizzare una maschera purificante e decongestionante per schiena e petto si devono miscelare due cucchiai di farina d’avena, un cucchiaio di miele e la polpa di un pomodoro molto maturo. In questo modo si ottiene una pasta morbida e cremosa da stendere sulla pelle, lasciandola riposare per almeno dieci minuti, per poi eliminarla con uno straccio imbevuto in acqua tiepida.

schiena prodotti cosmetici

Un’altra formulazione indicata per limitare i brufoli prevede la preparazione di una pasta con un cucchiaio di farina d’avena, due cucchiai di zucchero di canna e acqua q.b. Il delicato scrub che si ottiene consente di esfoliare gli strati superiori della pelle per depurarla dalle cellule morte. Tra i rimedi per i foruncoli, una soluzione di grande efficacia è quella del bagno caldo con farina d’avena, infatti le sue proprietà anti-infiammatorie e antisettiche consentono di ottenere una depurazione profonda della pelle. Mescolando due cucchiai di zucchero e uno di farina d’avena con due dita d’acqua tiepida si prepara una crema da applicare sui punti critici della schiena dove i brufoli sono più concentrati; dopo aver lasciato agire per almeno cinque minuti si può detergere la pelle con acqua tiepida.

Cosmetici contro i brufoli su schiena e petto

Conoscere la cause e i rimedi dei brufoli su schiena e petto è un ottimo punto di partenza per eliminarli. Come accennato la loro comparsa dipende dall’aumento di produzione, da parte delle ghiandole sebacee, di sebo il cui eccesso può ostruire i follicoli piliferi portando alla formazione dei brufoli. La prima e indispensabile operazione per eliminare i brufoli è costituita da una corretta igiene personale da effettuare quotidianamente sotto alla doccia con saponi neutri, come quello di Marsiglia.

Björk&Berries

Sapone Esfoliante

26

Questo sapone dalla texture ricca e piacevole, di origine vegetale, esfolia le cellule morte della pelle, mantenendola idratata, e contemporaneamente detergendo il corpo. Un mix di ingredienti esfolianti e oli nutrienti che stimolano il rinnovamento cellulare, lasciando la pelle pulita, radiosa e co

Aggiungi

Bisogna tenere conto infatti che i prodotti aggressivi tendono a eliminare il film idrolipidico superficiale che protegge la pelle dall’attacco dei batteri, i principali responsabili dell’insorgenza dei foruncoli. Dopo la doccia è preferibile utilizzare prodotti naturali, come il succo d’aloe, per purificare ancora più profondamente l’epidermide. Molto spesso a questa sostanza vengono aggiunte poche gocce di un olio essenziale, come il tea tree oil, perfetto per le pelli grasse e acneiche.

Corpore Sanctum

Crema Idratante all’Aloe Vera

24

Questa crema viso dalla texture in gel aiuta a ribilanciare il Ph della pelle durante la notte. L’estratto di foglia di Aloe Vera grazie alla sue proprietà calmanti minimizza e protegge da problematiche come: eczema, psoriasi e secchezza cutanea.

Aggiungi

Gli oli naturali di rosmarino, lavanda e basilico possono essere impiegati per massaggiare la pelle anche durante la doccia, in modo tale da ottenere un’emulsione idratante e lenitiva. Anche le acque aromatiche, grazie al loro potere lenitivo astringente e purificante, si rivelano degli ottimi alleati per la pelle affetta da acne; è sufficiente massaggiare le zone della schiena ricoperte da brufoli per ottenere risultati eccellenti. L’igiene personale svolge un ruolo di fondamentale rilevanza anche nella prevenzione dell’acne su schiena e petto. Pertanto è necessario non lasciare la pelle sudata per lungo tempo, cercando di lavarla al più presto per evitare che il calore sprigionato dal corpo unito alla sudorazione faccia proliferare i batteri. Tra i cosmetici contro i brufoli, i prodotti più efficaci sono le creme nutrienti e lenitive, da applicare al mattino e alla sera sulla pelle pulita. La pelle affetta dall’acne ha subito una modificazione funzionale a livello degli strati più superficiali, che risultano più esposti all’attacco dei batteri.

La dermo-cosmesi si occupa di cosmetici naturali, prodotti partendo da alcune specie di piante, utili a migliorare l’aspetto e la funzionalità dell’apparato tegumentario. Dato che le cause dei brufoli sulla schiena e sul petto sono riconducibili alla produzione del sebo che risulta troppo abbondante, i prodotti più indicati per questo disturbo sono quelli che regolano la sua produzione. È sempre meglio utilizzare cosmetici biologici, da affiancare ai rimedi casalinghi che sono spesso molto efficaci. L’attività sinergica di un’adeguata detersione insieme all’impiego di cosmetici specifici per il disturbo è di norma sufficiente per far sparire l’acne da schiena e petto.

Cyber Monday Abiby!!!
SCOPRI L'OFFERTA
Abiby Beautybox