7 modi per fare i capelli ricci

7 modi per fare i capelli ricci

Dai bigodini all'utilizzo delle cannucce, ecco alcuni metodi per realizzare una chioma ondulata!

Ribelli, voluminosi, con onde che splendono ad ogni movimento… i capelli ricci o mossi sono da sempre un richiamo alla spontaneità, ispirano naturalezza, a volte sensualità – per molte sono un sogno per altre invece difficili da gestire, ma di sicuro i capelli ricci hanno il loro fascino.

Per molte il riccio è semplicemente la texture naturale del capello,  che ad ogni shampoo si manifesta con la sua forma ondulata o in stile afro. Per tantissime altre invece che hanno i capelli di natura lisci, creare dei ricci può trasformarsi in un’idea carina per creare un look diverso per un’occasione speciale, o semplicemente per regalarsi un cambio di look!

Fortunatamente, il capello riccio non è un desiderio impossibile: così come ormai si possono ricreare le lentiggini finte con diversi trucchi, esistono anche varie tecniche per realizzare diverse onde o il famoso effetto “mosso”. In base all’effetto desiderato ed alla composizione del proprio capello, bisognerà testare le diverse tecniche su come fare capelli ricci, per capire quale si presta meglio alle nostre esigenze. Ad esempio, possiamo cominciare facendo una piccola distinzione tra l’utilizzo o meno di tools a calore (phon e/o piastra). Esistono infatti diverse tecniche per fare i capelli ricci senza piastra o senza arriccia-capelli, ad esempio utilizzando solo spazzola o schiuma, oppure dormendo con una certa piega per poi scioglierla al mattino ed iniziare la giornata nella versione “ogni riccio è un capriccio”!

Ecco quindi una panoramica su come fare i ricci cosí da poter scegliere con quale iniziare sia in base alle proprie esigenze, ma anche per divertirsi!

1

Come fare i capelli ricci con la piastra

Forse il più semplice e “banale” è  proprio l’utilizzo di un ferro a caldo per modellare le proprie onde subito dopo aver asciugato i capelli. La piastra, che di solito viene utilizzata per l’effetto liscio, può essere un ottimo strumento rapido anche per creare dei veri e propri boccoli. Sì ma… come procedere?

Allora, una volta asciugati i capelli a testa in giù, magari dopo un bel lavaggio con un shampoo volumizzante e di un balsamo nutriente, è il momento di agire e creare le onde con la piastra.

Dividete tutta la chioma in ciocche di larghezza diciamo sui 5-6 cm e spesse 3-4 cm. Poi, si agisce su ogni ciocca, “pinzandola” con la piastra in modo diagonale e muovendola cosí da arrotolarla prima in avanti e poi indietro.

Eseguendo questo procedimento su tutte le ciocche e fissando alla fine con un prodotto specifico, si potranno ottenere delle vere e proprie onde ben definite.

capelli ricci con la piastra

Photo: thebeautydepartment.com

Se, invece, il proprio desiderio è fare i capelli ricci in modo naturale, allora meglio evitare di lavorare con strumenti di calore che in un qualche modo potrebbero seccare fino bruciare il capello, e passare ad altre tecniche meno forti e forse più lente nella loro applicazione, ma sicuramente più idonee per mantenere il capello più sano.

2

La tecnica dei capelli ricci con le cannucce

Una tecnica simpatica e colorata, che rende i capelli riccissimi in modo naturale e che impiega la bellezza di 5-6 ore è quella che usa le cannucce. Sí, sí, avete capito proprio bene… le cannucce!!

Si recuperano una manciata di cannucce classiche, quelle per le bibite per intenderci, e delle forcine, e si è pronte per procede con l’esecuzione, preferibilmente sui capelli ancora umidi. Si inizia dividendo l’intera chioma a ciocche fini, dopodichè si parte dalla ciocca più in superficie e più vicino la fronte, per poi passare a tutte le altre fino le ultime giusto sopra il coppino.

Dunque, partendo dalla prima ciocca, si inizia ad arrotolarla partendo dalla punta sulla prima cannuccia, fino a quando non si arriva al cuoio capelluto. Una volta terminato, la parte di cannuccia restante e il primo giro di capelli è bene fissarle sulla base del cuoio capelluto con la forcina in modo che non si perda il lavoro appena svolto!

Procedendo nello stesso modo per tutte le ciocche, si arriverà a diventare una chioma di cannucce arrotolate . Per non rischiare i famosi “mal di testa”, è consigliato asciugare giusto la radice del capello con il phon e lasciare l’acconciatura in posa per 5 ore.

Ed ecco pronte per togliere tutte le forcine e procedere con lo sfilare tutte le cannucce, sciogliendo le ciocche. Dopo un paio di movimenti da rock star, in modo da smuovere i capelli, eccoci pronte per vedere l’effetto davanti allo specchio.

Ovviamente le cannucce si possono tenere in posa di più o meno, a seconda di quanto “intenso” vogliate ottenere l’effetto. Inoltre, se desiderate ricci che non partano dalla radice ma solo sulle punte, basta arrotolare le cannucce solo fino alla metà della ciocca e poi fissarle con una sorta di nodo su se stesse, come fa Mary’s makeups nel suo tutorial:

3

Come fare i capelli ricci con la schiuma e diffusore

Per tutte le amanti dell’effetto bagnato, la schiuma è quel prodotto irresistibile che oltre a donare volume, mantiene l’effetto mosso modellato a mano sui capelli ancora bagnati, anche dopo che si è passati all’asciugatura con il diffusore.

Sembra facile e lo è … ma non è oro tutto ciò che luccica! L’effetto capelli ricci con solo l’utilizzo della spuma o schiuma e del diffusore, dipende da quale si utilizza e da come si asciugano i capelli.

Infatti, se il capello è corto, allora è consigliato utilizzare una schiuma per i capelli ondulati o ricci e procedere con l’asciugatura a testa in giù, utilizzando il diffusore e le proprie mani.
Per esempio, si può agire su ogni ciocca creando delle onde con le dita! Arrotolando il dito dentro ogni ciocca e soffermando per qualche secondo il diffusore sulla ciocca attorcigliata, la stessa manterrà quella forma!

Se invece i propri capelli sono lunghi, è consigliata una schiuma volumizzante cosí che le ciocche lunghe che si trovano nel lato più esterno, rimangono più leggere, producendo l’effetto riccio o anche solo mosso, grazie all’effetto voluminosità. Anche in questo caso, procedere asciugando i capelli con il diffusore, a testa in giù ed aiutandosi con le dita!

4

Capelli mossi con le trecce

Come far diventare i capelli ricci con le trecce? Sicuramente chiunque una volta nella vita ha già provato la tecnica delle trecce, magari dopo averla provata per gioco da bambina!

Infatti, questa tecnica utilizzata perlopiù in giovane età, è la migliore in quanto non crea alcuno stress al capello e lascia che l’effetto mosso che ne deriva sia del tutto naturale.

Come procedere? Si lavano i capelli e si raccolgono in un asciugamano che assorbe l’acqua in surplus, dopodichè si applica un prodotto dedicato allo styling. A questo punto si realizza una, due o quante trecce si vuole e si asciugano con il phon le radici.

Per un buon risultato, fissate le trecce alla testa ed indossate una cuffia classica da bigodini. Dopo un’intera notte in posa, ecco arrivare il mattino da criniera! Si toglie la cuffia, si procede a sciogliere le trecce e si scuotono per aprire bene le ciocche con il diffusore ad aria tiepida, cosí da donare il giusto volume e.. les jeux sont faits!

5

Una tecnica alternativa: la carta igienica!

Come fare i capelli ricci perfetti con la carta igienica? Sembra assurdo, eppure seguendo lo stereotipo di cannucce e trecce, ecco che il tutto può essere riprodotto con la carta igienica, una bella via di mezzo!

Se da un lato le cannucce sono più resistenti, dall’altro con le trecce non c’è niente che assorba l’umidità e che fissi il capello, se non il capello stesso. Ecco, invece, che con la carta igienica si va a creare una zona grigia tra le due ed è possibile ottenere risultati sorprendenti.

Si inizia tagliando tante striscioline di carta igienica abbastanza lunghe, poi, subito dopo lo shampoo e lavaggio, si passa a raccogliere i capelli con l’asciugamano. Si suddivide l’intera chioma in ciocche. Arrivati a questo punto, si arrotola la ciocca partendo dal basso verso l’altro sulla carta igienica e lo si ripete con tutte le ciocche. In cima ad ogni ciocca procedere a congiungere tutte le strisce di carta igienica estreme creando un forte nodo resistente tra loro, cosí da bloccare il tutto e poterci dormire su..

Anche in questo caso, dopo 5-7 ore si può procedere a sciogliere tutto ed ad asciugare le radici con il phon ad aria tiepida, fissando, infine, con un prodotto specifico l’intera cascata di boccoli creata!  A noi è piaciuto molto il tutorial di Germanda:

6

Capelli ricci con la carta stagnola

Infine, ecco un’ultima tecnica su come fare i capelli ricci con l’utilizzo della carta stagnola! Di solito la stagnola si usa per i colpi di sole, ma a quanto pare… è possibile utilizzare la carta stagnola anche per creare dei capelli ricci ed effervescenti!

Si prepara il materiale, prendendo dunque un bel rotolo di carta stagnola per creare 6 fogli lunghi 40cm e mettendo in modalità ON la nostra piastra per lisciare i capelli!

Dopo un bel lavaggio, pettinare i capelli e asciugarli a testa in giù. Procedere sempre con la divisione a ciocche dell’intera chioma, e si comincia con la ciocca più inferiore, quella subito sopra il coppino.
Prendere la ciocca dall’estremità finale, arrotorarla fino alla sua radice e racchiuderla dentro il foglio di carta stagnola, e ripetere poi con tutte le altre ciocche.

Una volta che si ha la testa ricoperta di “polpettoni” di carta stagnola, si può iniziare dalla prima che si era creata, utilizzando la piastra in modo orizzontale e per pochi secondi sulla carta stagnola. Poi, una volta che il foglio si è raffreddato (conviene attendere 5 minuti) procedere a toglierlo e lasciare che la ciocca arrotolata all’interno scivoli in modalità riccio perfetto sul collo. Ecco il tutorial di Shanty’s Channel:

7

Capelli ricci old school: i bigodini

Capelli ricci bigodini

Passiamo ora al genere dell’ old school: come far diventare i capelli ricci con i bigodini! La tecnica dei bigodini funziona da sempre ed è famosa per i suoi ricci al top modellabili.

Si procede lavando i capelli con uno shampoo volumizzante e di nuovo un prodotto dedicato allo styling. Procedendo sempre ciocca per ciocca, si rotolerà dentro ognuna di esse un bigodino, partendo dal basso e fino ad arrivare alla cima dove verranno poi fissati con delle forcine o becchi d’oca.

Sia la grandezza della ciocca che il diametro del bigodino, incideranno sulla tipologia di riccio o mosso che si formerà. Per ogni ciocca più piccola ci saranno ricci più stretti e per ogni bigodino con diametro più piccolo un riccio sempre più definito. Una volta fissati alla radice, asciugare tutto con il diffusore per poi sciogliere il tutto e muovere la chioma a destra e sinistra e… sì! Pronte per uscire!

E voi? Che tecniche utilizzate per dare volume e onde ai vostri capelli? Fatecelo sapere nei commenti!

Prova la Beauty Box Abiby!

Con Abiby ordini online e ricevi prodotti di qualità direttamente a casa tua. Ogni mese selezioniamo per te nuovi brand da scoprire e dei quali innamorarti. È facile, prova subito!