Come pulire i pennelli da trucco

Pulire i pennelli da trucco è uno degli aspetti più importanti che ti consentono di realizzare un make-up a prova di make-up artist. Infatti, utilizzare strumenti che siano puliti e curati permetterà non solo di stendere il prodotto in maniera uniforme, ma anche, e soprattutto, di proteggere la tua pelle da eventuali impurità causate dal permanere del prodotto sulle setole per tempi prolungati.

Per comprendere l’importanza della cura dei pennelli da trucco è fondamentale tenere presente non solo il costo cospicuo che hanno questi oggetti a livello professionale, ma anche le ripercussioni che può avere la trascuratezza sugli stessi. In particolare, utilizzare le setole sporche rende ulteriormente complicate attività come sfumare l’ombretto piuttosto che stendere l’eyeliner in pasta che, se non rimosso celermente, si secca e rende inutilizzabili i pennelli. Infine, se hai una pelle particolarmente sensibile dovrai porre attenzione a non stendere sulla tua pelle prodotti essiccati o comunque vecchi che potrebbero chiudere i pori della pelle, causando la nascita di punti neri e brufoletti.

Il principio che ti deve guidare nella cura dei tuoi pennelli deve essere suggerito dal tipo di setole che ha il pennello che hai acquistato (se setole naturali o sintetiche). Entrambi i tipi di materiali presentano vantaggi e svantaggi: non farti trarre in inganno dal fatto che i prodotti naturali possano essere migliori in assoluto, dal momento che è abbastanza diffusa anche l’allergia a questo genere di prodotti! Per ovviare a questo problema leggi attentamente l’etichetta prima di procedere con l’acquisto assicurandoti della composizione reale delle setole.

Prova la Beauty Box Abiby!

Con Abiby ordini online e ricevi prodotti di qualità direttamente a casa tua. Ogni mese selezioniamo per te nuovi brand da scoprire e dei quali innamorarti. È facile, prova subito!

Prima di passare alla descrizione dettagliata su come pulire i pennelli da trucco devi conoscere quali siano le varie tipologie; parametro, quest’ultimo, che influisce sul modo in cui gli oggetti devono essere detersi e curati. I pennelli da trucco si possono dividere in base alle funzioni che svolgono in:

  • Pennello da correttore: costituito da setole compatte di medie dimensioni che sono funzionali all’ applicazione di prodotti per coprire impurità e occhiaie, oltre che ombretti compatti in pasta
  • Pennello da fondotinta: a differenza del precedente si tratta di un prodotto con le setole generalmente sintetiche, dalla forma piatta e tonda (in alcuni casi quadrata). Anche se si tratta di uno strumento importante per stendere in maniera uniforme il fondotinta senza lasciare aloni, non è indispensabile dal momento che questi prodotti possono essere stesi anche con le dita
  • Pennello da cipria: è un oggetto dalle grandi dimensioni con le setole particolarmente morbide e per questo sono spesso scelte quelle naturali. Grazie a questa sua caratteristica si adatta alla applicazione non solo della cipria, ma anche di qualsiasi polvere sul viso inclusa la terra colorata
  • Pennello da blush: dalla forma analoga al pennello da cipria, è di dimensioni più ridotte e con un taglio obliquo su un lato per favorire l’utilizzo del blush sulla guancia. È in generale uno strumento utile dal momento che può sostituire anche quello da cipria garantendo un risultato professionale

  • Kabuki: è un pennello con il manico corto e setole fitte ma morbide e compatte che permettono l’applicazione non solo del fondotinta liquido ma anche di quello compatto. In virtù della sua forma particolare è indispensabile per l’uso del fondotinta minerale
  • Pennello da ombretto: manico lungo e setole morbide e piatte sono gli ingredienti dello strumento ideale per stendere ombretti in polvere
  • Pennello angolare: grazie alla sua forma che ricorda il triangolo rettangolo e alle setole corte e ben fitte, si adatta all’utilizzo di eyeliner semiliquidi o a sfumature nella piega dell’occhio per realizzare uno smoky eye da sogno
  • Pennello labbra: ultimo ma non meno importante è quello adibito alle labbra. Si tratta di un pennello piatto dalle setole fitte che consentono l’applicazione dei rossetti senza sbavature.

Lavare i pennelli da trucco: 5 punti fondamentali

1

Il primo passo per lavare i pennelli da trucco in maniera efficace comincia con la rimozione del prodotto in eccesso grazie ad un pezzo di stoffa o ad un batuffolo di cotone. Una volta che il pennello sarà secco (ovvero non presenterà sulla superficie prodotti liquidi), potrai cominciare con il vero e proprio lavaggio.

2

È fondamentale decidere di utilizzare i giusti saponi e solventi, controllando in maniera accurata la composizione chimica di questi, assicurandosi che non siano eccessivamente corrosivi. In particolare esistono in commercio delle soluzioni acquose che consentono di detergere in profondità dei pennelli da trucco senza rovinarli. In alternativa, le make-up artist più esperte suggeriscono l’impiego del sapone delicato per bambini, dal momento che le sue componenti risultano essere le più idonee. Poni attenzione al contempo a non cedere alla tentazione di utilizzare lo struccante: si tratta infatti di un prodotto pensato sì per rimuovere il trucco, ma dalla pelle, e non dai capelli (due superfici che hanno Ph e sensibilità molto diverse). Se desideri ricorrere ad un rimedio naturale potrai unire l’acqua all’aceto (sostanza notoriamente disinfettante): non ti preoccupare, l’odore scomparirà non appena il pennello sarà asciutto.

3

Una volta scelto il detergente potrai frizionare con delicatezza (soprattutto se ti stai occupando di pennelli naturali) le setole, affinché il prodotto cosmetico venga rimosso. Qualora ciò non dovesse avvenire, potrai lasciare i pennelli immersi per qualche minuto.

4

Ora risciacqua abbondantemente sotto l’acqua corrente tiepida, assicurandoti di aver rimosso tutti i residui di sapone. È importante sottolineare la necessità di eseguire dei movimenti circolari affinché le singole setole non si rovinino o, addirittura, si stacchino.

5

Ultimo passaggio ma non per importanza è l’asciugatura: non utilizzare il phon per capelli ma lascia che i pennelli da trucco si asciughino all’aria in maniera naturale stesi in orizzontale su un asciugamano; se ti è possibile, adagia le setole non a contatto con la superficie del mobile sul quale desideri riporli, affinché non assumano una forma viziata durante l’evaporazione dell’acqua.

Esistono in commercio numerosi oggetti che ti aiutano durante la pulizia dei pennelli da trucco, il più utilizzato dei quali è il guanto di plastica con delle zigrinature; queste, creando attrito con le setole del pennello, favoriscono una pulizia profonda. In alternativa al guanto è ampiamente utilizzata la pietra piatta, il cui funzionamento è analogo al guanto.

Infine, se vorrai mantenere i pennelli da trucco in salute, dovrai impostare una routine nella loro pulizia; infatti, a seconda di quanto spesso e intensivamente utilizzi questi oggetti, potrai decidere se lavarli una volta al mese o se più spesso. Ti accorgerai di dover procedere al lavaggio quando le setole risulteranno eccessivamente impregnate di prodotto e, di conseguenza, non ti consentiranno di ottenere un risultato professionale.

Un caso particolare e, allo stesso tempo, affine ai pennelli da trucco è costituito dalle spugnette: si tratta di piccoli oggetti di varie dimensioni e colori che vengono utilizzati per stendere principalmente il fondotinta, il copri occhiaie ed eventualmente il blush liquido. Rispetto alle setole, le spugnette presentano l’indubbio vantaggio di essere facilmente lavabili anche sotto l’acqua corrente con il sapone: il prezzo contenuto e il materiale sintetico, infatti, permettono di trattare con minore accortezza questo genere di prodotto.

Pulire pennelli trucco con setole naturali

I pennelli da trucco con le setole naturali sono particolarmente pregiati e, al contempo, delicati: per questo lavarli in maniera efficace richiede cure e attenzioni non ordinarie. Trattandosi di materiali di origine animale, il lavaggio continuo e con prodotti eccessivamente aggressivi potrebbe rovinarli (come accade per i capelli). Anche se le setole più pregiate provengono da scoiattoli e zibellini, quelle più utilizzate sono di capra dal momento che la consistenza intermedia garantisce il confezionamento di un oggetto utile e al tempo stesso resistente.

I vantaggi di acquistare i pennelli con setole naturali risiede non solo nella qualità del prodotto, ma anche nel fatto che con il passare del tempo queste risulteranno più morbide. Al contempo però è importante ricordare come, dal punto di vista igienico, siano più difficilmente lavabili. Lavare i pennelli da trucco con setole naturali segue i seguenti step canonici:

  • prima di tutto, la rimozione del prodotto in eccesso se ancora fresco;
  • successivamente il lavaggio con i prodotti più indicati (ed eventualmente l’ausilio di specifici strumenti);
  • e infine l’asciugatura.

Appare quindi subito evidente come non sia prevista l’applicazione di balsami, dal momento che questo genere di prodotti finirebbero – paradossalmente – per seccarli e sfibrarli. È importante non pettinarli dal momento che, anche se ancorati alla ghiera del pennello, si staccano facilmente.

Come lavare pennelli da trucco sintetici

I pennelli da trucco sintetici costituiscono non solo una scelta più ecologica e cruelty free, ma sottendono anche la volontà di acquistare un prodotto che possa essere deterso con facilità. Infatti, grazie alla composizione non naturale, presentano una superficie più levigata che è resistente ai solventi che potrebbero essere necessari per rimuovere i residui più ostinati di trucco. Inoltre, grazie alla scarsa capacità assorbente, sono ideali quando bisogna utilizzare creme o prodotti liquidi garantendo un risultato uniforme e delicato.

Se la permeabilità può essere – sotto un certo punto di vista – un vantaggio, può tramutarsi al contempo in uno svantaggio, dal momento che non si adatta all’utilizzo di prodotti in polvere; inoltre – probabilmente a fronte di una spesa più contenuta – durano anche meno tempo. Grazie alla resistenza del materiale sintetico, è possibile lavare i pennelli in maniera più profonda, utilizzando non solo i prodotti cosmetici suggeriti ma anche gli strumenti come i guanti per far tornare i pennelli da trucco sintetici come nuovi.