Acido folico: proprietà e benefici per pelle e capelli
Acido folico: proprietà e benefici per pelle e capelli

Acido folico: proprietà e benefici per pelle e capelli

L'Acido Folico è una delle vitamine più importanti, considerata fondamentale per il corretto funzionamento dell'organismo. Soprannominata Vitamina della Vita e nota in particolare tra le future mamme, è in realtà un supporto che deve essere sempre presente in ogni fase della vita, dal grembo materno fino alla vecchiaia.

Si sente spesso parlare di acido folico in relazione alle donne incinte: in effetti durante questo particolare quanto splendido periodo, l’assunzione di questa vitamina si rivela essenziale per la vita del nascituro. In realtà si consiglia l’assunzione di acido folico sin dalla giovane età, generalmente dai 14 anni in poi, in quanto partecipa attivamente a una serie di processi come ad esempio la proliferazione cellulare e la sintesi del DNA, considerati essenziali per la prevenzione di una serie di patologie.

Si tende a pensare all’acido folico come a una pasticca da assumere quotidianamente ed è certamente così: eppure non molti sono a conoscenza della moltitudine di alimenti che la natura mette a disposizione e che ci permettono di assumere questa vitamina adottando semplicemente un regime alimentare corretto. Mai come in questo caso l’assioma del tedesco Ludwig Feuerbach, “l’uomo è ciò che mangia“, si rivela esatta, affermando ancora una volta come la salute passi per l’alimentazione sana. Assumere acido folico non solo previene malattie ma dona anche un aspetto più bello, rinvigorendo i capelli e rendendo la pelle più luminosa: non sono forse questi i primi biglietti da visita per una donna?

Che cos’è l’acido folico

L’acido folico o Vitamina B9, fa parte del gruppo di vitamine idrosolubili. La caratteristica di questa vitamina è che non è presente nell’organismo umano ma deve essere necessariamente assunta tramite ciò che Madre Natura ci mette a disposizione tra frutta, verdura e cibi di origine animale.
Sono ricchi di acido folico:

  • frutta e agrumi come limoni, arance, fragole, arance, kiwi
  • la frutta secca tra cui le noci e le mandorle
  • verdure a foglia verde tra cui carciofi, lattuga, asparagi, verza, rucola, lattuga, broccoli e spinaci
  • pomodori
  • alcuni cereali
  • legumi come fagioli, piselli, ceci e lenticchie
  • derivati dal latte
  • germe di grano
  • uova
  • lievito di birra
  • frattaglie e fegatini di pollo

Ricorda però che essendo una vitamina idrosolubile, per poter godere dei suoi innumerevoli benefici, devi stare attento al modo in cui cucini i cibi di cui sono ricchi. Questo significa che il calore, la bollitura, l’acidità e il congelamento degli alimenti ne alterano le proprietà e comportano un’importante dispersione di acido folico: nella stessa bollitura, metodo molto usato nella preparazione dei cibi, si perde all’incirca il 90% dell’acido folico.

alimenti acido folico

Se quindi vuoi mantenere intatto l’apporto vitaminico e i valori nutrizionali di questi alimenti che sono peraltro alla base della dieta mediterranea, consumali preferibilmente crudi o al massimo scottali per pochissimi minuti. Questo problema non si pone in relazione ai cibi fortificanti, ovvero quegli alimenti ai quali vengono aggiunte vitamine in fase di produzione per renderli più nutrienti di quanto possano apparire. Tra quelli ricchi di acido folico ci sono i classici cibi della prima colazione come i biscotti, le fette biscottate, lo yogurt e il succo di frutta.
Non dare credito a chi dice che l’acido folico fa ingrassare: una compressa non contiene alcuna traccia di grassi, ne di calorie, sodio o colesterolo.
Per diagnosticare la carenza di acido folico basta che tu ti sottoponga a un semplice esame del sangue: certamente ci sono una serie di campanelli d’allarme che l’organismo ti manda in quel caso, come le infiammazioni del cavo orale e della lingua, la fragilità dei capelli e delle unghie, inappetenza, disturbi del sonno, scarsa memoria, difficoltà nella concentrazione e stati di depressione.

Le proprietà dell’acido folico

La domanda che ti nascerà spontanea è: l’acido folico a cosa serve? La Vitamina B9 è essenziale per la sintesi delle proteine e del DNA, alla riparazione di quest’ultimo e alla proliferazione cellulare grazie alla quale avviene la rigenerazione cellulare. L’acido folico partecipa anche alla formazione e alla sintesi dell’emoglobina: devi sapere che quest’ultima contribuisce alla buona salute dei globuli del sangue più danneggiati ed eliminati dalla milza.

Uno dei benefici dell’acido folico è quello di prevenire le patologie cardiovascolari, le malformazioni congenite al muscolo cardiaco e gli infarti. Se la Vitamina B9 è carente, a prendere il sopravvento sarà l’omocisteina, un aminoacido che se presente in quantità elevate nel sangue mette in serio pericolo il cuore, causando i pericolosissimi coaguli nelle arterie. Uno studio cinese della “Peking University First Hospital” accerta il ruolo che l’acido folico ha nella prevenzione dell’Ictus: somministrata a persone ipertese, si è appurato quanto la Vitamina B9 intensifichi gli effetti dei farmaci contro l’ipertensione. Un buon rifornimento di acido folico migliorerà anche il tuo umore: la vitamina in questione trasforma infatti il Triptofano in quella serotonina che è comunemente nota per regalare il buon umore e un sonno tranquillo.

Sempre a proposito dell’acido folico e dei suoi benefici, non si può non menzionare il giovamento che ne traggono gli organi riproduttivi maschili e femminili, con un conseguente aumento della fertilità del 5% e una sensibile riduzione degli aborti spontanei. Oltre alla sintesi delle cellule e del DNA, l’acido folico contribuisce anche a quella dell’emoglobina: si tratta di una proteina che, carica di ferro, trasporta l’ossigeno ai tessuti e una carenza di acido folico dunque non farà altro che causare l’anemia. L’assunzione costante di acido folico contrasta l’insorgenza di forme tumorali, in particolare a pancreas, colon e collo dell’utero ed inoltre, contenendo la quantità di grassi nel sangue, contrasta l’insorgenza del diabete mellito di tipo 2.

Negli anziani l’acido folico cosa serve? Ebbene nei soggetti più deboli si rivelano benefici nel prevenire l’Alzheimer, la demenza senile e le vasculopatie arteriose. Se vuoi godere dell’acido folico e delle sue proprietà, ricorda l’accoppiata vitamina b12 e acido folico, grazie alla quale i benefici appena elencati saranno ancora più intensi: in tal caso devi integrare nella tua alimentazione molti più cibi di origine animali, dalla carne al pesce.

Acido folico in gravidanza

Quando una donna è incinta, deve pensare a se stessa e al bambino che porta in grembo: in questo caso più che mai la semplice alimentazione con cibi ricchi di acido folico non basta, perché le riserve della mamma sono continuamente saccheggiate dal feto.
L’acido folico in gravidanza è consigliato dall’OMS in dosi pari a 400 mg, mentre nelle persone in condizioni normali sono consigliati 200 mg. Seguendo queste indicazioni, secondo l’American Journal of Epidemiology, si ridurrebbe di almeno il 70% il rischio che il feto sviluppi problemi al tubo nurale, da cui dipende lo sviluppo del cervello, della colonna vertebrale e del midollo spinale.

acido folico gravidanza

Se il bambino non riceve abbastanza acido folico può andare incontro a patologie serie come la Labio-Palatoschisi, Encefalocele (ovvero malformazioni cerebrali), Anencefalia (in parole povere lo sviluppo del cervello non avviene in maniera completa) e soprattutto la Spina Bifida che, traducendosi in una malformazione della colonna vertebrale, porta il nascituro ad avere una serie di problematiche molto spesso disabilitanti.
Ecco dunque a cosa serve l’acido folico nei bambini: a farli crescere forti e sani fin da quando sono nella pancia della mamma. In caso di gravidanza programmata, sarebbe opportuno assumere acido folico sino a un mese prima del concepimento o comunque almeno a tre mesi dal principio della gestazione.  Se ti stai chiedendo al riguardo dell’acido folico, quando prenderlo in tutti gli altri casi, ebbene basta assumere la dose consigliata dal tuo medico di fiducia, per via orale e una volta al giorno.

Acido folico ed usi per la pelle

La pelle è un organo e come tale va trattato: tutti desiderano avere un aspetto sano e radioso, affannandosi spesso nell’acquisto di creme dagli effetti vagamente miracolosi o trattamenti innovativi. In realtà, assieme a una pulizia profonda e a un’idratazione corretta, la vitamina B9 apporta enormi benefici alla cute: in poche parole l’acido folico fa bene alla pelle. La rigenerazione cellulare che garantisce questa sostanza, rende la pelle più luminosa e compatta, attenuando le piccole rughe e confermandosi dunque come potente anti-aging naturale.

bellezza pelle acido folico

L’efficacia dell’acido folico per i suoi benefici sulla pelle si traduce anche nella cura della spesso invalidante psoriasi, della dermatite ma anche prevenzione dell’acne, garantendo un perfetto equilibrio idrico anche grazie alle altre vitamine, agli antiossidanti e ai sali minerali come ferro, calcio, potassio, magnesio e fosforo.
Senza assumere la giusta quantità di acido folico per la pelle, il colorito apparirà spento e la cute apparirà molto secca e disidratata, con l’alto rischio di comparsa di macchie: a tal proposito, in questi anni si stanno svolgendo molti studi riguardo l’efficacia dell’acido folico nella cura della vitiligine, ovvero quella disfunzione genetica autoimmune che comporta la comparsa di macchie più chiare su alcune zone del corpo.

Acido folico per i capelli

Un’altra accoppiata vincente è acido folico e capelli: forse sai che una delle componenti più famose è la cheratina, una proteina alla cui sintesi contribuisce lo stesso acido folico. Agendo anche sulla divisione cellulare e sulla sintesi del DNA, fondamentale per la riproduzione del capello, la Vitamina B9 stimola la crescita della chioma e la rende voluminosa e forte: non a caso le donne incinte, che assumono un surplus di acido folico, sfoggiano sempre capelli sani e bellissimi.

acido folico capelli

Oltre al naturale ciclo delle stagioni, agli agenti atmosferici e allo stress quotidiano, la carenza di acido folico (in concomitanza a un deficit di elettroliti, di sali minerali e di altre vitamine) comporta indebolimento dei capelli, crescita lenta, fragilità, moltiplicazione dei capelli bianchi in età giovanile e diradamento, fino al rischio di Effluvio in Telogen Cronico (con perdita copiosa di capelli continuata per ben tre mesi).

Controindicazioni dell’acido folico

L’acido folico ti sembrerà dunque un vero elisir di lunga vita e ti verrà voglia di assumerne in grandi quantità. Nonostante gli eccessi siano eliminati dall’organismo principalmente sotto forma di urina, è bene non eccedere mai. Nonostante siano rari, ci sono casi in cui quantità eccessive di Vitamina B9 hanno causato eruzioni cutanee, stati di nervosismo, problemi digestivi e gas intestinali, insonnia, tremori, tachicardia e, in situazioni ancora più inconsuete, anche problemi a carico dei reni.

A proposito dell’acido folico e delle sue controindicazioni, è sempre importante dunque assumere acido folico previa prescrizione medica: al tuo medico curante dichiara l’eventuale presenza di allergie alimentari o farmacologiche e presenza di altre patologie che possano richiedere maggiore attenzione nella somministrazione delle quantità di acido folico.

Abbonati subito ad Abiby!
Per te subito 10€ di sconto Scopri di più
Abiby Beautybox