Mettere l’eyeliner: i consigli della make-up artist

Gli occhi sono uno degli elementi che rendono magnetico lo sguardo di una donna e che permettono di conquistare il proprio interlocutore con un solo battito di ciglia. Una delle modalità più utilizzate per accentuare lo sguardo è quella di contornare di nero con l’eyeliner la parte superiore dell’occhio esaltandone la tonalità o correggendo qualche difetto (ad esempio la palpebra con troppe grinze o l’occhio all’ingiù). Tuttavia, anche se il pennellino nero può essere un prezioso alleato, mettere l’eyeliner può tramutarsi in un vero e proprio incubo, soprattutto per quanto riguarda la asimmetria nella forma tra i due occhi. Ecco quindi una guida che ti accompagna passo per passo dalla decisione del tipo di “ondina” della quale hai bisogno fino a qualche accorgimento prezioso per non sbagliare mai.

1

Capisci la forma dell’occhio

L’eyeliner è un trucco che dona a tutte le donne, purché sia tracciata una linea conforme alla forma dell’occhio che si possiede.

Eyeliner per occhi piccoli

Se hai gli occhi piccoli questo make up è in grado di ingrandirli a patto di non tracciare la linea fino alla parte più interna (in prossimità del dotto lacrimale): con questa forma di occhio è consigliabile utilizzare l’eyeliner solo da metà occhio in poi, disegnando la prima parte con un tratto più sottile per poi diventare più spesso mano a mano che ci si avvicina all’esterno. Questo genere di tratto si adatta a tutte le occasioni soprattutto per tutte coloro che hanno il cosiddetto “occhio incappucciato”, ovvero hanno la parte della palpebra fissa prominente vero l’orbita. Non si tratta di un vero e proprio difetto, dal momento che numerose star hanno raggiunto il successo anche con questa piccola imperfezione (ad esempio Blake Lively): tuttavia, è opportuno non esagerare con l’eyeliner occhi se noti questo micro-difetto.

Eyeliner per occhi grandi

Se Madre Natura è stata magnanima con te donandoti occhi ampi, allora potrai utilizzare il prodotto in maniera più libera incorniciando tutto l’occhio sia sopra che sotto. Questa regola è considerata universalmente valida a meno che tu non abbia gli “occhi a palla”: questa particolare conformazione richiede l’utilizzo dell’eyeliner o sopra o sotto, altrimenti il risultato sarà quello di accentuare la rotondità del bulbo oculare. Un caso analogo riguarda tutte coloro che hanno gli occhi all’ingiù: in questa eventualità potrete utilizzare il prodotto solamente nella rima interna inferiore prolungando il tratto.

Eyeliner per occhi a mandorla

Si tratta della categoria che meglio si adatta all’utilizzo di questo prodotto, dal momento che incorniciarne la forma non farà altro che esaltare la perfezione della forma, già allungata, dell’occhio. Come se non bastasse, le fortunate che hanno questa particolare conformazione dell’occhio saranno facilitate nel disegnare la parte terminale del tratto poiché dovranno solamente seguire la linea naturale. Unico consiglio? Non esagerate con lo spessore della linea!

Prima di procedere con il resto della preparazione, è fondamentale sottolineare come non esistano categorie standardizzate e che quelle sopra indicate sono solamente indicazioni generali: sta infatti a te capire quale mix tra le varie componenti si adatta meglio a te ed al tuo look!

2

La giusta base per mettere l’eyeliner

Dopo aver individuato la forma del proprio occhio, si può passare alla preparazione della base. Tieni sempre presente che prima si trucca il viso e poi gli occhi: mai il contrario, a meno che tu non desideri realizzare uno smokey eyes (in questo caso le polveri scure rischierebbero di sporcare la zona del contorno occhi inutilmente).

L’ordine con cui dovrebbero essere utilizzati i prodotti per il viso sono:

  • fondotinta della tonalità che meglio si adatta al tuo incarnato,
  • correttore – da stendere sia nel contorno occhi per correggere le occhiaie, sia come illuminante nella palpebra fissa
  • e infine la cipria per fissare gli strati precedenti.

Ora puoi dedicarti alla vera e propria base dell’occhio utilizzando un primer apposito per questa zona del viso: usualmente è sufficiente utilizzare una piccola porzione di prodotto e picchiettarla su tutta la palpebra mobile.

Sopra al primer potrai utilizzare un ombretto, preferibilmente di una tonalità chiara che renderà la base uniforme e leggermente luminosa. Esistono numerose formulazioni in commercio tutte ugualmente valide per adempiere a questo genere di funzione, con l’unica differenza nell’occasione per la quale vi state preparando. Infatti, se partecipi ad una serata di gala potrai utilizzare un ombretto con dei brillantini o dai toni più evidenti (oro, argento, bronzo), al contrario se stai preparando un trucco da giorno potrai limitarti ad una formula mat.

Un caso particolare è costituito da coloro che hanno i capelli e le ciglia bionde: qualora rientrassi in questa categoria, dopo aver utilizzato la base, potrai passare la matita nera in mezzo alle ciglia dell’arco superiore. In questo modo eviterai quel fastidioso effetto per cui hai sempre l’impressione che l’eyeliner rimanga quasi sospeso a causa della attaccatura delle ciglia più chiare.

3

Posizione dell’occhio e della mano

Se da una parte è noto a tutti che le donne tengono la bocca semi-aperta per mettere in maniera soddisfacente il mascara, dall’altra nessuno sa con precisione quale sia la posizione dell’occhio ideale per mettere l’eyeliner. Infatti, bisogna trovare il giusto equilibrio tra l’apertura naturale dell’occhio e la possibilità di tracciare una linea senza compiere errori.

Per risolvere questo problema le make up artist consigliano di mettersi sedute davanti ad uno specchio e guardare leggermente verso il basso: in questo modo si avrà una visuale completa della palpebra sulla quale disegnare la linea nera e, al contempo, si potrà godere dell’inclinazione naturale dell’occhio.

Se desideri mettere l’eyeliner nella rima interna inferiore, è consigliabile guardare leggermente verso l’alto, affinché il liquido si possa asciugare senza che gli occhi si chiudano.

Per quanto riguarda la posizione della mano, se sei insicura e hai notato che ti tremano le dita, potrai assumere la seguente posizione: dopo esserti seduta davanti allo specchio, appoggia il gomito e, con l’eyeliner in mano, avvicinati all’occhio. In linea di massima, comunque, è fondamentale non puntare il pennello o il pennino in maniera perpendicolare all’occhio, ma disegnare sempre seguendo un’inclinazione di circa 45 gradi (o anche meno) rispetto alla palpebra.

4

Le linee guida per mettere l’eyeliner

Prima di passare alle linee guida, ricapitoliamo gli step: prima di tutto preparare la base del trucco viso, poi quella degli occhi e infine mettersi comode in un ambiente dove si è sicuri di non essere disturbate da rumori o suoni improvvisi che potrebbero farvi tentennare la mano. Ove possibile, accomodati su un tavolo con la possibilità di appoggiare il gomito.

Una volta che sarà tutto pronto potrai realizzare le cosiddette linee guida che non sono altro che dei tratti preliminari che ti aiuteranno a disegnare in maniera più decisa e senza esitazione l’eyeliner occhi. Esistono varie modalità per tracciare le linee guida, ecco le principali:

Linee guida con cucchiaio

 

Utilizzando uno strumento che tutti abbiamo in casa potrai realizzare la direzione e l’inclinazione perfetta per la riga eyeliner. Prendi un cucchiaio grande, posiziona la parte finale (quella opposta al manico), rivolta dalla parte concava, nella parte terminale dell’occhio seguendone la forma. Adesso prendi la matita nera e ricalca la linea del cucchiaio; quando sarai soddisfatta della linea potrai ripassarla con l’eyeliner.

Linee guida con lo scotch

Si tratta di un metodo suggerito da numerosi tutorial eyeliner presenti online e altrettante make-up artists che suggeriscono questa modalità per ottenere un cat eye perfetto. La preparazione è analoga a quella del cucchiaio: procurati un pezzetto di scotch di carta e posizionalo nella parte finale inferiore dell’occhio lasciando che questa si protragga fino alla palpebra fissa. Adesso con l’aiuto di una matita nera segui la linea dello scotch, e successivamente ripassala con l’eyeliner occhi.

Linee guida con i puntini

Coloro che si sentono più sicure possono, senza ricorrere a strumenti esterni quali il cucchiaio o il nastro adesivo, disegnare lungo la palpebra mobile e oltre dei semplici puntini che andranno ad unire quando saranno soddisfatte dell’andamento della linea. Questo metodo, rispetto ai precedenti, è particolarmente vantaggioso dal momento che permette di eseguire delle correzioni senza causare eccessivi danni alla base del trucco.

Diversi tipi di eyeliner

A differenza di quanto accadeva fino a pochi anni fa, la “eyeliner mania” ha portato le beauty maison a sperimentare sempre nuove formulazioni che aiutassero le proprie clienti a realizzare il tratto in maniera facile, veloce e senza sbavature. Oggi sul mercato esistono principalmente tre tipologie di eyeliner:

Eyeliner liquido o a penna

Come si mette: il formato a penna è considerato da molte come il più pratico dal momento che il “serbatoio” è direttamente connesso con il pennino. Per questa ragione non è necessario interrompersi per intingere la penna mentre si contorna l’occhio e la linea risulterà continua e senza interruzioni. Lo svantaggio di questo genere di prodotto è che, spesso, la sua formulazione risulta particolarmente liquida e quindi è necessario lasciar asciugare per molto tempo prima di poter continuare con il trucco.

Eyeliner in gel

La principale differenza rispetto alla precedente categoria risiede nella durata di questo prodotto. Per questa ragione viene scelto con maggiore frequenza poiché si adatta alle necessità di lunga tenuta del make up sia durante le torride giornate estive, sia alle fredde invernali in cui il vento favorisce la lacrimazione. Lo svantaggio insito di questa categoria di eyeliner è nella tendenza a seccarsi molto facilmente, soprattutto se non si chiude accuratamente la confezione. Dal punto di vista pratico, sono differenti anche le modalità di applicazione: infatti per utilizzare l’eyeliner in gel dovrai procurarti un pennello da intingere nella “pasta” semi-compatta. Inoltre potrete scegliere di utilizzare il pennello “a calamaio” con la punta piccola e leggermente a punta oppure quello da labbra. Per questo fine è ideale il modello angolato (che presenta un taglio trasversale) oppure quello stretto e dritto con le setole ben compatte. In entrambi i casi è consigliabile l’utilizzo di un pennello con le setole sintetiche che risulteranno decisamente più delicate su una zona così sensibile come quella del contorno occhi.

Eyeliner a matita

Si tratta della soluzione ideale per coloro che non sono sicure della forma che vogliono dare alla propria riga intorno agli occhi o che, al contempo, desiderano un effetto meno deciso e sfumabile. Ebbene si, il grande vantaggio dell’eyeliner a matita risiede proprio nella possibilità di “giocare” con le tonalità e le sfumature, utilizzando prodotti di tonalità differenti che possono essere mescolati tra loro.

Ultra Precision Eyeliner
Doucce

Ultra Precision Eyeliner

Scivola dolcemente sulla pelle, creando una finitura omogenea

19,00

Altri accorgimenti da non dimenticare per mettere bene l’eyeliner

La parte forse più temuta della realizzazione dell’intera linea dell’eyeliner occhi è la cosiddetta “codina” cioè la parte terminale che si dovrebbe avvicinare alla tempia. Molte donne infatti si trovano in grande difficoltà quando devono concludere il tratto, non sapendo se farlo proseguire verso l’alto, oppure se “lasciarlo a metà” seguendo la linea naturale dell’occhio. Ecco quindi qualche piccolo accorgimento da attuare per avere una linea intorno agli occhi a prova di star:

  • per rendere più evidente la pigmentazione del prodotto potrai utilizzare una matita bianca, dopo aver steso la base occhi e prima di realizzare la riga con eyeliner. In questo modo il colore scelto risulterà ancora più intenso rendendo lo sguardo magnetico;
  • anche se può sembrare superfluo, è fondamentale, soprattutto quando si usano eyeliner in gel, struccarsi accuratamente prima di andare a letto. Eliminare tutto il prodotto con l’aiuto di un delicato cotoncino permetterà alla pelle di traspirare durante la notte e rigenerarsi. Inoltre, oltre ai vantaggi nell’immediato, nei medi e lunghi periodi l’epidermide e la superficie della palpebra risulterà luminosa e maggiormente uniforme;
  • se sbagli, non cercare di correggere: se hai sbagliato inclinazione o sei arrivata troppo vicina alla tempia non cercare di correggere modificando l’altro occhio, perché entrerai in un circolo vizioso che ti porterà a truccarti come la regina d’Egitto. Se ti rendi conto che c’è qualcosa che non va nell’eyeliner occhi, struccali accuratamente e ricomincia da capo: in questo modo avrai molte più opportunità di ottenere un risultato professionale;
  • non esagerate con lo spessore della linea: Amy Winehouse, regina dell’eyeliner stile Cleopatra, si poteva permettere quel genere di linea perché parte integrante del suo personaggio. A meno che non tu non ti stia preparando per una serata particolarmente goliardica, è opportuno non eccedere né con lo spessore né con la lunghezza del tratto. Comincia ogni sessione di make up con una linea sottile quasi impercettibile che ti consenta solamente di definire l’occhio.

Prova la Beauty Box Abiby!

Con Abiby ordini online e ricevi prodotti di qualità direttamente a casa tua. Ogni mese selezioniamo per te nuovi brand da scoprire e dei quali innamorarti. È facile, prova subito!