Draping: tutto quello che volevi sapere sul blush

Quando si ha voglia di riproporre quella fantastica moda revival degli anni ‘70/80 per una serata particolare, o proprio perchè quello stile ci è entrato nel cuore e lo si vive diciamo quotidianamente, ecco come la tecnica del draping diventa il nostro mantra del trucco!

Nonostante sia nato con i Duran Duran, oggi l’effetto draping non è passato per niente di moda, anzi è stato rivisitato e rivalutato anche dalle più grandi star attuali. Grazie alla sua tecnica semplice da eseguire, il draping smette di essere riservata per le sole professioniste del make up, diventando una vera e propria moda per tutte le appassionate!

Utilizzando solo il colore del blush – la versione fashion del fard- è possibile trasformare il proprio viso rendendolo sensazionalmente vivace, fresco e anche perchè no “spigoloso”. Il blush nel draping assume un ruolo di polvere magica, leggera come aria ma intensa di colore che spennellata alla perfezione permette di scolpire il viso – giocando con i colori come il contouring, il draping permette di ravvivare i lineamenti creando degli autentici look tridimensionali.

La tecnica del draping: cosa significa?

Al contrario del contouring che si focalizza sulle tonalità chiaro/scuro, la tecnica del draping punta a scolpire il volto, usando il blush alla perfezione per “drappeggiare” (dall’inglese drape, cioè scolpire) seguendo la struttura ossea naturale del viso. Il blush ha proprio lo scopo di avvolgere la struttura ossea unica, regalando un morbido bagliore colorato mentre si scolpiscono le proprie caratteristiche, accentuando i lineamenti che desideriamo enfatizzare.

La tecnica del draping è anche chiamata la “tecnica dell’arrossamento”, giocando con i colori del nuance tipiche del blush, quindi dal rosa, al pesca e al corallo, si riprodurranno quegli effetti di “imbarazzo” in un modo unico e semplice!! Con il draping si realizza proprio un rafforzamento colorato dei lineamenti, arrossendo il viso su delle zone specifiche e seguendo determinate forme in base a come si desidera apparire.

Scegliere di trasformarsi o enfatizzare la propria parte tenera e dolce e perchè no, un po’ più ragazzina con l’arrossamento da imbarazzo, oppure accentuare quella parte da donna in carriera con lineamenti vivaci dalle guance rosse intense e marcate, con il draping non è mai stato cosí facile!

Seguendo la struttura ossea del viso, il blush permette di sollevare e volumizzare i lineamenti, attraverso il gioco di colori e delle sue sfumature.

Come si realizza il draping?

Innanzitutto per realizzare il draping non è importante il proprio colore dell’incarnato, che si sia scure o chiare di carnagione, il draping è una tecnica realizzabile in ogni caso ed in ogni momento!

Il draping, al contrario del contouring e della tecnica highlighting, si realizza concentrandosi sul colore e sulla struttura ossea del viso. Infatti, c’è chi vorrebbe arrotondare delle parti più spigolose del viso o chi al contrario vorrebbe enfatizzarle perchè troppo tenue e addolcite, ecco come in entrambi i casi scolpire il viso giocando con i colori può incoronare il lineamento ricercato!

Il blush è il tool di base per il trucco del draping, ed è possibile ottenere l’effetto desiderato usando entrambe le texture del blush: in polvere e in crema.  Praticamente, il draping è realizzabile direttamente con due tonalità del blush del colore che più si intona con la nostra carnagione, quindi una più chiara e l’altra più scura. Per realizzare la versione più semplice del draping basta applicare la tonalità più scura appena sotto gli zigomi, mentre sopra applicare la tonalità più chiara fino a raggiungere le sopracciglia.

Ecco, con la versione semplice non si avranno gli effetti delle star anni ‘80 ma sicuramente si definiscono i lineamenti, scolpendo il viso e rendendolo più fresco e giovane. In base alle proprie necessità e gli effetti desiderati, qui di seguito ci sono 4 tutorial per individuare il draping che fa al caso tuo!

Tutorial: le zone più importanti per il draping

Ed ecco il tutorial per comprendere quali zone scolpire per il tipo di effetto che si desidera avere:

Lift Glow

L’ effetto lifting per enfatizzare i lineamenti apparendo più giovani e belle, è garantito utilizzando il blush di un colore forte come fucsia, o rosa saturo o addirittura rosso corallo sugli zigomi, sfumando la zona come si farebbe con il bronzer. Applicare poi un blush più chiaro e tenue, come un rosa, sulle tempie e lati del collo cosí da illuminarle.

Balancing Glow

Qui, l’effetto è più di bilanciamento delle proporzioni del viso. Si applica un nuance rosa o ambrata sopra l’arcata sopraccigliare, zigomi, sul ponte nasale, sulla punta del mento e lati del collo. Grazie a questa tecnica, il viso risulterà essere più equilibrato ed in armonia. Con il Balancing Glow l’effetto desiderato è più verso un arrotondamento di lineamenti, riducendo la spigolosità se presente.

Sculpting Glow

L’effetto ricercato con lo Sculpting Glow è una riproduzione di una forma del viso più ovale, dedicata al bilanciamento di volti quadrati o con mascelle più marcate. Il gioco del blush è applicare una tonalità rosata ma scura poco sotto i pomelli delle guance, mentre la tonalità rosata chiara dovrà esser applicata sulla fronte e la mascella.

Color Fever

Per applicare il draping sulla zona alta viso e vederne l’effetto sullo sguardo, si segue la tecnica del Color Fever. Si applica il blush partendo dalla parte superiore dell’arcata sopraccigliare e lo si sfuma fino sotto l’occhio, creando una bella forma di “C” e riproducendo quel “bagliore di colore” perfetto utilizzando tonalità nuance rosate ed ambrate. Il Color Fever rende lo sguardo aperto e fresco, semplicemente marcando la struttura ossea dell’orbita oculare.

Prova la Beauty Box Abiby!

Con Abiby ordini online e ricevi prodotti di qualità direttamente a casa tua. Ogni mese selezioniamo per te nuovi brand da scoprire e dei quali innamorarti. È facile, prova subito!