Lustre: un’altra tecnica per illuminare il viso

Il mondo della cosmesi è come la tecnologia: impossibile da frenare, in continua evoluzione e fermento. Da poco più di un anno è nato il figlio legittimo dello strobing, il Lustre, nuovo trend make up per illuminare il viso. Scopri con noi come realizzarlo in pochi semplici passi!

Il concetto del nuovo trend luminoso è quello di base dello strobing, o dell’ highlighting, cioè illuminare il viso, ma con il Lustre si punta a ricreare un effetto più delicato, simile al nude look. Lo scopo è quindi quello di dare luce senza esagerare, evidenziando solo di poco le parti del volto prescelte: zigomi e zona dello sguardo. Et voilà un perfetto triangolo luce delicato e chic sulla tua pelle.
Come ben sappiamo, l’incubo delle donne è l’effetto lucido, cioè quel sottile e odiatissimo strato oleoso che si forma in corrispondenza della zona T. Lo strobing, per quanto molto glamour e ricercato, va ad accentuare le imperfezioni delle pelli miste o grasse e la lucidità. Per questo per chi non ha una pelle di porcellana meglio optare per il lustre, che esalta i punti di forza. Invece, se si vuole ottenere un effetto luminoso e naturale con il Lustre, bisogna evitare tutti gli eccessi e seguire alla lettera il principio della misura…altrimenti rivolgiti ad altre tecniche più evidenti come strobing e contouring.

La tecnica viso per illuminare

Il lustre ha come alleato principale l’illuminante, uno dei prodotti più amati dai piccoli e grandi make up artist. Ha il grande potere di trasformare una pelle spenta e grigia, in un incarnato sano, glowy, e dall’aspetto molto più fresco.

Da sempre gli zigomi sono l’area prescelta su cui applicarlo, ma nel tempo si sono sviluppate tendenze trucco in grado di mettere in evidenza anche altre zone del viso, in particolare gli occhi. Non sapete dove applicare l’illuminante? Ecco alcune dritte sul dove e come usarlo, per non sbagliare!

  • Zigomi: sono le prime aree del viso colpite fin dalla prima tintarella e l’obiettivo dell’illuminante è un effetto chiaroscuro. Perciò si applica l’highlighter sulla sommità dello zigomo, che ha il potere di creare un bell’effetto lifting sulle guance.
  • Arcata sopraccigliare: l’area più alta della palpebra è uno dei punti principali da illuminare per avere uno sguardo brillante. Oltre questa zona, si può enfatizzare gli occhi ancora di più, applicando gli illuminanti anche oltre il sopracciglio, fino all’attaccatura dei capelli.
  • Dotto lacrimale: è la zona che riesce più a riflettere la luce, che sia naturale o artificiale! Se stendi l’highlighter in corrispondenza dell‘angolo interno dell’occhio, lo sguardo si apre e diventa più vivo. È il tocco finale sia per un trucco occhi elaborato, ma anche per make up naturale.

Come si realizza il lustre

Se la mattina vuoi anche tu essere glamour senza eccedere con i prodotti cosmetici, segui pari pari questi semplicissimi step.

1

Crea una base trucco sul tuo viso per uniformare macchie e discromie. Scegli la tonalità di fondotinta uguale alla tua carnagione per evitare quell’effetto “mascherone”, così fastidioso alla vista. Nel caso tu abbia una pelle particolarmente grassa, prediligi dei prodotti dalla texture opacizzante, così da non lucidarti troppo in fretta e rovinare il tuo make up. Invece, con la pelle mista prediligi le BB cream, più facili da stendere e molto più leggere.

2

Apri il fard in crema che hai da sempre nella tua trousse: è giunto il momento di usarlo! Stendilo sulla zona degli zigomi, perché oggi la nostra parola d’ordine è evidenziare. Per le donne dalla pelle più chiara sarebbe meglio scegliere una tonalità dal cipria pesca, per quelle con la carnagione mediterranea, invece, è perfetto un fard sui toni della terra.

3

Ripassa tutta la zona T con della cipria perlata o con illuminante. La cipria è un must have se la tua pelle ha il brutto vizio di lucidarsi facilmente e, per questo, tienila sempre con te per ritoccare il tuo trucco durante la giornata, ma attenta a non esagerare o annullerai l’effetto naturale del trucco.

4

Illumina lo sguardo con una matita per occhi dall’effetto brillante. L’importante è stenderla bene nella parte superiore delle palpebre: questo unico prodotto è sufficiente per evidenziare al meglio i tuoi occhi, senza applicare ombretti o eye-liner.

Occorrente per realizzare lo strobing

Rispetto a tutte le altre tecniche make up – che richiedono un budget molto elevato – il lustre è non solo più comodo, ma anche più economico: come se questo non bastasse, è facilissimo trovare tutto l’occorrente per realizzare ad hoc il nostro trucco illuminante.

Ecco qui tutti i prodotti che ti serviranno per la tecnica lustre:

  • Fard in crema: è preferibile la formulazione liquida poiché si adatta ad essere applicata in maniera più uniforme in tutto il viso
  • Cipria perlata o un illuminante in polvere: il vero protagonista di questo make up che non può davvero mancare nella tua trousse di trucchi
  • Matita per occhi dal finish naturale: diffida degli effetti eccessivamente stroboscopici perché, in questo caso, hai bisogno di un effetto più possibile “acqua e sapone”
  • Pennelli di ogni forma e dimensione: evitare categoricamente le mani e le dita per utilizzare il fondotinta o il fard e l’illuminante. Esistono numerose forme di pennelli che ti permetteranno di ottenere un risultato professionale in poco tempo!

Illuminare il viso in base al tipo di pelle

Rispetto alla tecnica dello strobing e al contouring, il lustre è un trend make up molto versatile e perciò adatto ad ogni tipo di pelle. Per esempio lo strobing non è molto indicato a chi ha pelli grasse o con pori particolarmente dilatati, in quanto andrebbe ad evidenziare le imperfezioni. Inoltre anche per tutte quelle con un viso arrotondato non è molto consigliato: accentuerebbe le guance paffute.
Queste problematiche non si presentano nel caso del lustre, perché questa tecnica punta sempre su un effetto molto naturale, mai eccessivo. In questo modo anche in caso di pelli imperfette e con la tendenza a lucidarsi in fretta, il lustre non ha effetti negativi.

Esistono pochi trucchetti da adottare in base al tuo tipo di pelle, come nel caso della colorazione del fard già citata prima (pesca per pelli chiare e bronzee per pelli più scure).
A parte piccoli accorgimenti, in generale le modalità di Lustre dipendono molto dal gusto:

  • se si vuole optare per un effetto romantico meglio puntare sui vari toni del rosa del fard. Attenta però a non esagerare: va bene pelle liscia come un bambino, ma le bambole di porcellana solo nei film dell’orrore.
  • per un effetto scintillante le nuances dorate e le colorazioni calde sono le migliori. Questa tipologia di make up è perfetta per una serata con le amiche all’insegna del divertimento.
  • se odi truccarti troppo e sei amante del nude look, scegli tutte le gradazioni del cipria. Ti assicuro che guardandoti allo specchio ti sembrerà di non essere truccata!

Adesso che hai imparato con Abiby tutti gli strumenti per realizzare un trucco lustre che ti farà brillare come una stella con ti rimane che metterti all’opera!